• Playoff Juniores, Finale

    1 Cuneo

    31' Agù

    4 Savona

    10' Preci, 29' Amabile, 73' Carrozzino, 90' Preci
 / Sport acquatici

Che tempo fa

Newsletter

Iscrivendomi acconsento al trattamento dei dati personali secondo le norme vigenti.

Cerca nel web

Sport acquatici | giovedì 09 luglio 2015, 13:30

Canottaggio: la Canottieri Santo Stefano al Mare al Festival dei Giovani

Dal punto di vista agonistico i canottieri sanstevesi hanno conquistato complessivamente 6 medaglie

Ultima trasferta prima della pausa estiva per la Canottieri S. Stefano al Mare, a Candia Canavese, per la partecipazione al Festival dei Giovani, la più importante manifestazione giovanile nell’ambito del calendario remiero nazionale; quasi 1500 iscritti per una due giorni del remo riservata ai vogatori più piccoli, da 10 a 14 anni, ma soprattutto una festa dello sport.

Dal punto di vista strettamente agonistico i canottieri sanstevesi hanno conquistato complessivamente 6 medaglie, di cui:

- 1 medaglia d’oro con il doppio Allievi B2 femminile di Margherita Calvini e Bianca Brunengo, la quale si è presa la soddisfazione di conquistare anche un argento nel singolo;

- 2 medaglie d’argento anche per Alice Ramella, nel singolo Allievi C Femminile ed in doppio con Beatrice Aresi dell’Argus; entrambe sono state selezionate anche a far parte del 4 di coppia della rappresentativa ligure della categoria superiore, i Cadetti, dove hanno conquistato il 4° posto finale.

 - Mario Giordano ha conquistato un argento ed un bronzo, sempre nel singolo Allievi C maschile e per finire medaglia bronzo anche per Paolo Donzella nel singolo Allievi B2 maschile.

Da registrare inoltre una serie di piazzamenti ottenuti nelle rispettive serie da Alberto Marvaldi, Paul Istoc, Federico Accossato e Leonardo Dulbecco.

La classifica a punti ha visto la società sanstevese al 66° posto finale su oltre 120 società partecipanti, con un netto miglioramento rispetto all’83° posto dello scorso, ma occorre tenere presente che il punteggio è fortemente influenzato più dal numero di partecipanti per ciascuna squadra, che agli effettivi risultati.

“Quello che più conta per noi è far vivere la manifestazione ai ragazzi - incomincia Andrea Ramella, allenatore della società - L’atmosfera che si respira al Festival è unica, l’aspetto agonistico si esaurisce subito dopo il termine della gara e subentra quello del piacere di stare con gli altri, all’aperto, a contatto con la natura”. Alle parole di Andrea Ramella si aggancia l'altro allenatore della società, Massimo Donzella che ci dice: “Il Festival dei Giovani è l'apice della stagione, l'impegno conclusivo che corona il percorso di allenamento invernale. Abbiamo in totale circa una quarantina di ragazzi, 20 dei quali fanno parte della squadra agonistica, mentre gli altri invece praticano canottaggio di base e speriamo possano scendere in gara presto”.

C.S.

Ti potrebbero interessare anche:
Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore