/ Calcio

Calcio | martedì 15 marzo 2016, 18:00

Prima Categoria/A: Ospedaletti, magic moment targato Rocky Siberie: “Voglio divertirmi e giocare per la squadra”

L’ex bomber di Maribor, Valletta ed Hercules, regala una vittoria fondamentale agli orange in chiave play-off sul campo del Celle Ligure e si dichiara: “Dedico il gol a Valentina e alla nostra Sofia”

Nella foto tutta la gioia di Rocky Siberie, attaccante dell'Ospedaletti e decisivo domenica sul campo del Celle Ligure

Nella foto tutta la gioia di Rocky Siberie, attaccante dell'Ospedaletti e decisivo domenica sul campo del Celle Ligure

IL BOMBER CHE TUTTI SOGNANO

All’anagrafe è Rocky Siberie, ma in campo è il bomber dell’Ospedaletti, uomo in più nel magic moment orange. Il suo gol, domenica scorsa, è stato decisivo per regalare tre punti pesanti alla sua squadra e sbancare il temibile campo del pericolante Celle Ligure, dopo una partita che era iniziata tutta in salita per gli uomini di mister Gatti. Siberie è un giocatore dall’enorme talento e un bagaglio di esperienza immenso portato a disposizione del sodalizio del Presidente Rodo che ha creduto in lui fin da subito. Siberie ha girato per Olanda, Germania, Slovenia, Spagna, fino alla piccola Malta prima di approdare in Italia: ha vestito le maglie di Cambuur (2003-2004, 14 presenze e 1 gol), St. Pauli (2004-2005, 15 presenze e 1 gol), Maribor (2005, 16 presenze e 5 gol), Wuppertal (2006, 25 presenze e 5 gol), Valletta (2007, 12 presenza e 7 gol), Straelen (2007-2008, 26 presenze e 8 gol) ed Hercules (2009-2010, 6 presenze e 3 gol), fino per passare a difendere le nazionali delle Antille Olandesi (7 presenze e 1 gol) tra il 2004 e il 2008 e quella del Curaçao (8 presenze e 6 gol) nel 2011, con la disputa di tre qualificazioni per il mondiale.

Insomma, un curriculum di tutto rispetto quello per Rocky Siberie, che ai nostri microfoni ci racconta le sue emozioni e la dedica speciale della rete decisiva sul campo del Celle Ligure: “Quella di domenica scorsa è stata una partita dura dove eravamo sotto per 1-0 e con le condizioni del campo da gioco che non ci aiutavano – analizza Siberie – ed io sapevo di giocare solamente il secondo tempo, a causa del lavoro che mi ha fatto allenare poco. Il mister nel pre partita mi ha rassicurato e caricato – racconta a rivierasport il bomber orange – che dovevamo vicnere la partita. Sono entrato in campo nel momento in cui eravamo ancora sotto di un gol, e abbiamo pareggiato poco dopo. Poi su un perfetto cross di Luca Marcucci, h segnato di petto ed abbiamo portato a casa la vittoria. Nei giorni precedenti avevamo giocato sul campo della Dianese ed io ero riuscito ad aiutare la mia squadra fornendo due assist, quindi sto vivendo un buon periodo di forma. Adesso che siamo quarti in classifica – sottolinea Siberie – crediamo ai play-off e vogliamo vincere tutte le prossime partite per centrare questo traguardo”.

Ma come si trova Siberie nell’Ospedaletti? “In questa squadra mi trovo benissimo – evidenza il bomber – siamo un gruppo molto forte e tutti siamo uniti dalla passione e dalla voglia di vincere e di migliorare”.

Siberie si pone obiettivi importanti per questa stagione: “Il mio obiettivo è quello di giocare e divertirmi sempre in campo – conferma l’ex nazionale delle Antille Olandesi e de Curaçao – e spero di centrare con l’Ospedaletti il traguardo dei play-off”.

Il bomber ha anche una dedica speciale: “Dedico il mio gol a Valentina e alla nostra Sofia – conclude Siberie – che mi hanno sempre sostenuto”.

Riccardo Aprosio

Ti potrebbero interessare anche:
Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore