/ Calcio

Che tempo fa

Cerca nel web

Calcio | sabato 12 agosto 2017, 14:30

Calcio, Prima Categoria. La Sanstevese è pronta a ripartire, Ivan Miatto è cauto: "La nostra forza sarà il gruppo. I veri favoriti sono altri"

Mercoledì scatta il raduno della squadra agli ordini di mister Simone Siciliano: a parlare è uno dei possibili leader

Nella foto Ivan Miatto, neo fantasista della Sanstevese durante la firma

E' tutto pronto in casa Sanstevese per iniziare l'avventura di una stagione che potrebbe far arrivare la squadra allenata quest'anno da mister Simone Siciliano in alto, in un campionato di Prima Categoria molto equilibrato.

Miatto show. Uno dei più attesi al raduno che scatta in quel di Santo Stefano al Mare mercoledì, è sicuramente il volto di Ivan Miatto che è carico e pronto per questa nuova avventura. L'ex Virtus Sanremo torna a casa, ma ai nostri microfoni è subito cauto.

 

Ivan Miatto la nuova stagione sta per iniziare: cosa si aspetta alla Sanstevese? "Come squadra speriamo di far crescere un bel gruppo, perchè solo con quello si può svolgere un campionato positivo. Personalmente spero di dare il contributo sperato". 

Tra i favoriti ci siete anche voi... "I veri favoriti sono quelle squadre che arrivano dalla Promozione, oppure che si sono giocati i play-off l'anno passato. noi potremmo essere una squadra  scomoda".         

Quale numero di maglia sceglierà? "Non so  ancora cosa deciderà la società per quanto riguarda i numeri. Io tolto l'anno passato che mi sono adeguato in quanto ultimo arrivato, ho sempre preferito il numero 11, dopo tanti anni ormai marchiato sulla schiena con un tatoo".                 

E' favorevole alla nuova regola sulle 5 sostituzioni? "Sono a favore delle 5 sostituzioni in quanto si dà all'allenatore soluzioni maggiori durante la partita, e la possibilità di poter fa giocare chi ha bisogno di minutaggio o chi gioca meno o per far crescere i giovani".

Riccardo Aprosio

Ti potrebbero interessare anche:
Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore