/ Altri sport

Che tempo fa

Cerca nel web

Altri sport | martedì 12 settembre 2017, 16:10

Da Ospedaletti a Misano a fianco di Guido Meda per la MotoGp: Miriam Colombo ed il suo futuro da giornalista (Foto)

“Spero che questa esperienza con Sky possa essere un trampolino di lancio per andare alla Dorna, dove si ha la possibilità di fare più cose. I miei genitori sanno cosa voglio e, fortunatamente mi appoggiano in tutto. Sono davvero speciali”.

Ha 16 anni, è di Ospedaletti ma ha già un progetto ben preciso sul quella che vuole fare ‘da grande’. E lo sta dimostrando con i fatti, nonostante la sua giovanissima età: “Ho la passione per le moto, la Moto Gp in particolare, ed il mio sogno è quello un giorno di lavorare per la Dorna (una società spagnola che gestisce la parte commerciale di eventi sportivi, principalmente motociclistici, ndr)”.

Si chiama Miriam Colombo e trasmette entusiasmo anche al cronista che la intervista, dimostrando di avere una straordinaria volontà di entrare nel mondo del giornalismo. Ha la fortuna di aver un papà amico di Guido Meda e, per questo, ogni tanto può assistere ai Gran Premi di motociclismo dal paddock, a fianco dei suoi idoli. Ma lei ambisce a qualcosa di più: scrivere, commentare e ‘vivere’ giornalisticamente le gare: “Non ho mai gareggiato in moto ma da tre non perdo un Gp in televisione – ci ha detto – ed ho visto dal vivo Valencia 2015, Barcellona e Misano 2016 e, appunto, il Gran Premio di domenica scorsa, sempre a Misano. E’ stato proprio Guido Meda a ‘convocarmi’ per iniziare a capire come funziona il lavoro attorno ad una emissione televisiva come quella di Sky. C’è grande professionalità e, dopo averlo capito davanti alla tv, ne ho avuto la certezza da dientro le quinte. Ma non solo, ho anche notato una grande collaborazione tra tutti i collaboratori, che risolvono problemi anche all’ultimo istante con grande umiltà e disponibilità”.

Ma cosa hai fatto, nello specifico, nel weekend di Misano per Sky“Ero in cabina di commento con loro. Segnavo tempi, passavo loro fogli con notizie e statistiche dei Gp precedenti. Sono stata anche nel paddock con Vera Spadini, una persona straordinaria con la quale ho legato tantissimo”.

Adesso, però, cara Miriam ricomincia la scuola ed è importante per poi fare un po’ di ‘gavetta’ e, quando sarai pronta, spiccare il volo nel giornalismo che conta: “Ne sono perfettamente consapevole e tornerò volentieri sui banchi del Liceo Aprosio di Ventimiglia. Voglio concludere la scuola dell’obbligo e poi laurearmi in lingue. Penso che per il lavoro che voglio fare siano fondamentali, soprattutto l’inglese e lo spagnolo, che sto già studiando per conto mio”.

Intanto Miriam, oltre alle ‘prove’ da giornalista su Sky, fa pratica anche alla radio. Da qualche tempo si occupa di una trasmissione su una web radio nazionale (Ballando Web Radio). Ogni venerdì sera tiene una rubrica, indovinate su cosa? Ovviamente sulla Moto Gp, la sua grande passione. E parlando del suo futuro, Miriam è certa di quello che vuole fare: “Spero che questa esperienza con Sky possa essere un trampolino di lancio per andare alla Dorna, dove si ha la possibilità di fare più cose. I miei genitori sanno cosa voglio e, fortunatamente mi appoggiano in tutto. Sono davvero speciali”.

Tornerai su un circuito di Moto Gp ed a fianco di Guido Meda? “Lo spero davvero perché i 4 giorni di Misano sono stati davvero fantastici. Cercheremo di andare a Valencia e nuovamente a Misano il prossimo anno. Magari dando anche una mano a Sky come ho fatto”. Che dire: ad una giovanissima con questa grande passione si può solo fare un enorme ‘in bocca al lupo’.

Carlo Alessi

Ti potrebbero interessare anche:
Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore