/ Calcio

Calcio | lunedì 13 novembre 2017, 18:00

Calcio, Eccellenza. Bomber Giuseppe Bertuccelli giura fedeltà al Valdivara: "Ho ricevuto offerte da categorie superiori, ma da qui non mi muovo. Il Ventimiglia? Un pareggio sarebbe stato il risultato più giusto"

Parla l'attaccante, al centro di rumors di mercato e in rete contro i granata nella sconfitta degli spezzini per 1-2

Giuseppe Bertuccelli, bomber del Valdivara

ECCELLENZA

VALDIVARA-VENTIMIGLIA 1-2: IL GIORNO DOPO

Il Ventimiglia si porta a casa dal campo del Valdivara tre punti molto pesanti per la propria classifica, un risultato andato in porto nel primo tempo grazie alle reti del giovane Alfonso Rea e a Galiera.

In casa spezzina dopo il rigore sbagliato da Ortelli nei primi 45 minuti di gioco, è andato a segno nel finale bomber Giuseppe Bertuccelli che timbra il tabellino proprio come contro l'Imperia altra squadra della nostra provincia in Eccellenza. Ai nostri microfoni l'attaccante ex Argentina Arma, parla della partita persa contro i frontalieri e giura fedeltà al suo club.

 

Bomber Bertuccelli, ci analizza questa sconfitta contro il Ventimiglia? "È stata una bella partita dove il risultato più giusto sarebbe stato il pareggio. Non l'abbiamo ottenuto ma guardiamo avanti, il campionato è ancora lungo e sono sicuro che ci leveremo tante soddisfazioni".

Ha qualche rammarico sul rigore preso, non tirato e sbagliato da Ortelli? "Sul rigore che ho preso sono dovuto uscire, perchè ho presso una ginocchiata alle costole e non riuscivo a respirare, infatti ho una piccola infrazione ma niente di grave. Il rammarico non c'è, perchè ognuno di noi ha piena fiducia del proprio compagno. Ortelli ha sbagliato ma ha fatto una partita incredibile, quindi non c'è da rammaricarsi: i rigori li sbaglia chi ha il coraggio di batterli".

Un bomber come lei avrà un grande mercato e dicembre si avvicina: ha ricevuto qualche offerta? "Il mercato? Ho avuto alcune richieste anche da categorie superiori, ma arrivi ad un certo punto che non guardi più la categoria o i soldi. Arrivi ad un certo punto guardi dove ti affezioni e alle persone che ti fanno sentire importante e che non ti fanno mancare niente. Quindi da qui non mi muovo".

Riccardo Aprosio

Ti potrebbero interessare anche:
Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore