/ Calcio

Calcio | lunedì 20 novembre 2017, 18:10

Calcio, Promozione. Ospedaletti, è un Paolo Lamberti attaccato alla maglia orange: "Stiamo facendo un ottimo campionato. Offerte? Non le valuterei"

L'attaccante ha segnato il definitivo 2-0 alla Voltrese. La sua dedica per i genitori scomparsi: "Quando l'arbitro fischia la fine non incrociare il loro sguardo dalle tribune mi fa sempre effetto. Il gol è per loro che avrebbero gioito per me"

Paolo Lamberti, attaccante dell'Ospedaletti

OSPEDALETTI-VOLTRESE 2-0: IL GIORNO DOPO

L'Ospedaletti torna a volare tra le mura amiche ripiombando in zona play-off e lo fa contro la Voltrese, grazie ad un 2-0 firmato dal giovane difensore Damiano Fraticelli e all'eterno bomber Paolo Lamberti, tornato titolare e decisivo.

L'ex attaccante di Sanremese e Ventimiglia vive insieme a noi le emozioni della rete segnata e mostra un grande attaccamento alla maglia orange, visto che non valuterebbe nessun tipo di offerta a dicembre per restare all'Ospedaletti.

 

Paolo Lamberti, eterno bomber dell'Ospedletti, ieri vittoria importante: in casa perfetti, ma cosa vi manca in trasferta? "Penso stiamo facendo un ottimo campionato in linea con le attese societarie, non scordiamoci che siamo una neopromossa. Fuori casa secondo me ci manca un po' di fortuna, perché tranne la trasferta di Legino, abbiamo sempre fatto la prestazione".

Sei tornato titolare e decisivo: hai una dedica particolare? "Da poco ho perso mio papà, 5 anni fa mia mamma: loro hanno visto la maggior parte delle mie partite. Quando l'arbitro fischia la fine non incrociare il loro sguardo dalle tribune mi fa sempre effetto. Il goal è per loro che avrebbero gioito per me".

Ci regali un parere su Calabrese e Gambacorta, due baby attaccanti già protgonisti con la maglia orange? "Gambacorta e Calabrese? Penso siano due ottimi giocatori, ricordiamoci sono due ragazzi del 1999. Se avranno la costanza e l'umiltà di continuare ad allenarsi con voglia e passione potranno togliersi delle soddisfazioni: il mio compito è aiutarli in questo".

Il mercato è vicino, hai ricevuto offerte? "Non ho ricevuto offerte, ma non le valuterei neppure. Società mister staff e compagni di squadra mi hanno sempre fatto sentire importante e io mi trovo benissimo con loro. Spero che il nostro sia un rapporto duraturo nel tempo".

Riccardo Aprosio

Ti potrebbero interessare anche:
Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore