/ Calcio

Calcio | martedì 21 novembre 2017, 08:00

Calcio, l'eroe in ESCLUSIVA. L'ex Sanremese Roberto Bordin fa tris con lo Sheriff Tiraspol ed è campione di Moldavia: "Vincere due campionati in un anno è particolare e sempre emozionante"

L'ex difensore biancazzurro si laurea per la seconda volta in pochi mesi campione nazionale. Nel suo curriculum anche una Coppa Nazionale. Le dichiarazioni del tecnico

Roberto Bordin si consacra vincente e si guadagna il terzo titolo da allenatore alla guida dello Sheriff Tiraspol. L'ex difensore della Sanremese, dopo aver conquistato un titolo e una coppa nazionale, nello scorso fine settimana ha messo le mani sul secondo titolo consecutivo arrivato con un turno d'anticipo.

Mentre l'Italia del pallone piange per la mancata qualificazione ad una fase finale di un Mondiale dopo 68 anni, ecco che il tecnico sanremese si guadagni i titoli dei giornali moldavi per la super impresa. Decisiva per lo Sheriff Tiraspol la vittoria ottenuta sul campo del Milsami diretta inseguitrice con un 2-0: è festa con 90 minuti d'anticipo. In esclusiva ai nostri microfoni di riviersport.it le dichiarazioni di un Bordin entusiasta.

 

Mister Roberto Bordin, è campione di Moldavia per la seconda volta consecutiva: quando avete creduto di potercela fare? "Ci abbiamo creduto dal momento che abbiamo battuto il Milsami in casa all'andata, raggiungendo il primo posto in classifica, per poi restarci e vincere il campionato con una giornata d'anticipo".

Quali sono le sue emozioni? "Vincere due campionati in un anno è particolare e sempre emozionante. Ora vogliamo fare bene in Europa League".

Il calcio italiano sta piangendo per la mancata qualificazione ai Mondiali della Nazionale dopo 68 anni: ci regala un parere sul campionato? "Il calcio italiano è sempre a buoni livelli e quest'anno un campionato avvincente fino alla fine".

 

Obiettivo qualificazione in Europa League - Lo Sheriff Tiraspol non smette di stupire anche in Europa League. I ragazzi di Bordin proveranno a passare il turno nel proprio girone eliminatorio e giovedì dovranno affrontare tra le mura amiche lo Zlin: una grande occasione.

 

 

 

 

Riccardo Aprosio

Ti potrebbero interessare anche:
Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore