/ Altri sport

Altri sport | mercoledì 06 dicembre 2017, 07:21

Bruxelles: la città di Sanremo al Parlamento Europeo per il “Gran Galà Aces Europe Awards” (Foto e Video)

Sanremo News seguirà l'intera cerimonia con immagini ed interviste alla delegazione matuziana ed ai protagonisti. Ieri sera l'arrivo nella capitale belga con l'Assessore Nocita, i Consiglieri Robaldo e Lanteri ed il membro del Cda Casinò, Romeo.

E’ iniziata ieri pomeriggio, con la partenza del volo da Nizza, la ‘missione’ della delegazione sanremese alla volta di Bruxelles dove, questo pomeriggio al Parlamento Europeo di Bruxelles si svolgerà il “Gran Galà Aces Europe Awards”. Alla presenza delle massime istituzioni europee verranno consegnate le bandiere ufficiali dei comuni che in tutta Europa hanno ottenuto il titolo di Città-Comune-Comunità Europea dello Sport 2018. Un titolo che Sanremo riceve per la prima volta e sul quale ha lavorato molto il Sindaco matuziano, Alberto Biancheri, insieme alla sua Amministrazione.

La delegazione è formata dall’Assessore allo Sport, Eugenio Nocita, dai Consiglieri Mario Robaldo ed Alessandro Lanteri e dal membro del Cda del Casinò, Olmo Romeo. L’Assessore Nocita, appena arrivato in aeroporto ha detto: “E’ iniziata l’avventura ed è un’onorificenza che ci da molto orgoglio, ma nella visita in Parlamento Europeo avremo la possibilità di incontrare diversi parlamentari e la vice Presidente, ai quali faremo presente i problemi della nostra terra. Questa esperienza sarà fruttuosa per mettere in risalto Sanremo e tutta la provincia di Imperia, ai parlamentari europei”. La città dei fiori ha da anni un po’ ‘peccato’ nelle strutture sportive, anche per le sue peculiarità climatiche. “Lo sport outdoor a Sanremo è curato dai primi anni del secolo scorso. Proprio per la condizione climatica della nostra città, sono state dimenticate quelle strutture che consentano gli sport al chiuso. A questo, come Amministrazione nei primi anni abbiamo già cercato di porre rimedio, come ad esempio la costruzione del nuovo palazzetto dello sport, come palestra e piscina. Speriamo, entro la fine dell’Amministrazione attuale, di dare avvio a questa opera attesa da oltre 50 anni”.

Il Consigliere Mario Robaldo, appassionato di sport outdoor, è stato uno dei sostenitori di questo progetto: “Quando abbiamo buttato l’ipotesi ci hanno anche preso in giro, non credendo che fosse possibile essere premiati come ‘città dello sport’. Vorrei fare un ringraziamento a Giulio Camillino, portavoce del Sindaco che per oltre due mesi ha raccolto la storia della città e dei campioni di ogni sport, ovvero le eccellenza che abbiamo. Quello che ha fatto scattare la decisione di affidarci il premio è stato un insieme delle varie strutture che abbiamo. Eccellenze che hanno anche altre città che, però, da noi sono raccolte in pochi chilometri. Noi dobbiamo investire su questo, un premio che ha una valenza simbolica, ma dobbiamo credere in quello che abbiamo. Partendo dal clima e dalla possibilità di fare sport tutto l’anno, ma anche i privati devono fare la loro parte come ovunque. Bisogna essere uniti per raggiungere un obiettivo”.

Alessandro Lanteri, Consigliere comunale del PD, è forse il più ‘europeista convinto’ della delegazione matuziana: “Siamo nella capitale europea e, per Sanremo e le altre amministrazioni presenti sarà sicuramente importante cercare di capire come funziona l’Unione Europea, che ha il difetto di essere poco comprensibile. Però non dobbiamo dimenticare che da Bruxelles arrivano molte cose utili, senza dimenticare la costruzione della pace tra i nostri stati. Lo sport è una cosa importante e l’UE fa tanto per il suo sviluppo. Qualsiasi cosa che aiuta Sanremo ad essere sempre più a misura di giovani è importante. Abbiamo dalla nostra il clima e dobbiamo approfittare di questa occasione”.

Anche Olmo Romeo, in rappresentanza del Casinò di Sanremo, ha confermato l’importanza dell’onorificenza che verrà consegnata oggi: “Non ho mai nascosto che il binomio tra turismo e sport deve caratterizzare il rilancio del nostro territorio. Il Casinò di Sanremo non viene meno a questo aiuto che deve esserci. Non solo economicamente ma anche sul piano logistico, come per la Maratona del prossimo weekend. Ma anche in modo da fare sentire il Casinò sempre più a disposizione dei cittadini, del turismo e dell’indotto. Mi piace ragionare, inoltre, come comprensorio e non solo come città di Sanremo”. 

Pietro Zampedroni

Ti potrebbero interessare anche:
Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore