/ Calcio

Calcio | mercoledì 06 dicembre 2017, 11:10

Calcio, Eccellenza. L'Imperia ritrova Sanci: "L'infortunio è ormai alle spalle, voglio tornare a essere protagonista"

Importante recupero per Bencardino in vista delle prossime gare

Gabriele Sanci, attaccante dell'Imperia

Dopo diverse settimane di stop forzato l'Imperia ritrova Gabriele Sanci. L'attaccante è entrato nei minuti finali della sfida di domenica contro il Ventimiglia andando subito vicino al gol e dimostrando di essere un tassello fondamentale per la compagine nerazzurra.
La sua assenza è certamente pesata, ma è ormai parte del passato. Ora Sanci è pronto per riprendersi il suo posto da titolare e soprattutto per ricominciare a segnare con continuità come fatto nella prima parte della stagione.

Per saperne di più sul suo stato di forma e per proiettarci al prossimo impegno casalingo contro il Serra Riccò abbiamo intervistato l'attaccante.

Sanci, domenica il rientro come stai? Una traversa ti ha negato la gioia del gol dopo l'inofrtunio... "Si finalmente il rientro domenica. Purtroppo con il rammarico proprio per via della punizione non andata a segno. Ora comunque sto bene, il brutto infortunio ormai è alle spalle non mi resta che ritrovare la forma fisica migliore per tornare a essere protagonista".

Come hai visto i tuoi compagni in questo periodo di stop forzato? "In questo periodo ho visto partite con un notevole miglioramento sotto l'aspetto caratteriale e altre dove invece questo è venuto meno. Dobbiamo lavorare di più sul gioco colletivo e gestire meglio alcune situazioni. Una squadra esperta non può sbagliare nulla, soprattutto se si vogliono raggiungere obiettivi importanti".

La prossima con il Serra Riccò. Sarai pronto per partire dall'inizio? Tre punti obbligatori? "Per la prossima partita io mi sento pronto, ovviamente vorrei contribuire fin all'inizio, ma sarà competenza dell'allenatore stabilirlo. Certamente si giocherà per vincere, come sempre d'altronde. I tre punti sono importanti per non perdere ulteriore terreno".

Un tuo personale giudizio sugli innesti di Miraglia, Pollero e soprattutto del nuovo compagno di reparto Castagna..."Il mio pensiero è buono. Ho già giocato con loro e proprio perché li conosco bene sono contento di ritrovarli".

Lorenzo Bonsignorio

Ti potrebbero interessare anche:
Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore