/ Calcio

Che tempo fa

Cerca nel web

Calcio | mercoledì 06 dicembre 2017, 11:30

Calcio, Seconda Categoria. Riva Ligure, la gioia di Samuele Martini per il ritorno in campo dopo due anni: "Ringrazio la società per la fiducia"

Il portiere ha esordito con in biancoamaranto nello 0-2 subìto contro l'AC Andora

Samuele Martini, portiere del Riva Ligure

La seconda sconfitta consecutiva del Riva Ligure contro l'Area Calcio Andora è sancita dall'esordio in biancoamaranto e il ritorno in campo dopo due anni di assenza del portiere Samuele Martini, ex Taggia e Sanstevese. 

L'estremo difensore domenica scorsa ha debuttato con il Riva Ligure ma non è stato fortunato, visto che Labricciosa e compagni hanno ceduto le armi, restando in zona play-off: ai nostri microfoni il portiere analizza il suo ritorno in campo.

 

Samuele Martini, il rientro dopo due anni per te è sfortunato visto la sconfitta del Riva Ligure? "Sfortunato non direi visto che erano due anni che non calcavo un campo da calcio e sono già contento di esser ritornato, perciò ringrazio il Riva Ligure per la fiducia. Riguardo il gioco non manca tanto secondo me, forse un po di velocità in più nel far girare palla, per il resto abbiamo preso due gol da palla inattiva".

Cosa ti ha convinto a scegliere il Riva Ligure? "Mi ha convinto il Riva Ligure, perché è arrivato nel momento in cui ho finito la stagione di lavoro a Monaco e visto che la Sanstevese non ha saputo aspettare finissi ho deciso di cambiare".

Quale obiettivo stagionale di poni? "Il mio obbiettivo è di crescere con la mia squadra, perché penso abbia delle buone fondamenta per creare una squadra vincente perciò lavorerò per dar modo che accada".

Quanto è importante per te aver ritrovato mister Tirone? "Mister Tirone? Ho avuto modo di conoscerlo al Taggia e devo ringraziarlo perché è anche per lui se appena rientrato dal brutto infortunio all'occhio molte squadre mi hanno contattato. E' stato lui il primo a farmi giocare perché lui mi ha sempre detto: ti faccio giocare non perché sei giovane ma perché te lo meriti. Credo che le mie qualità siano uscite fuori negli anni anche contro i tanti infortuni".

Riccardo Aprosio

Ti potrebbero interessare anche:
Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore