/ Altri sport

Che tempo fa

Cerca nel web

Altri sport | lunedì 12 febbraio 2018, 15:25

Arti Marziali: la ventimigliese Maruska Iamundo dalla città di confine ai tatami mondiali

La giovane atleta dello Judo Club Ventimiglia sabato prossimo parteciperà all'European Open di Roma nelle fila della Squadra Nazionale Italiana di Judo.

Arti Marziali: la ventimigliese Maruska Iamundo dalla città di confine ai tatami mondiali

Partire da Ventimiglia, piccola città della Riviera dei Fiori, e arrivare a combattere in Coppa del Mondo. Impresa che ai più potrà sembrare impossibile ma che invece è riuscita a Maruska Iamundo. Infatti, la giovane atleta dello Judo Club Ventimiglia sabato prossimo parteciperà all'European Open di Roma nelle fila della Squadra Nazionale Italiana di Judo.

Sarà il giorno del debutto a livello mondiale dell'atleta intemelia nata e cresciuta judoisticamente allo Judo Club Ventimiglia. Convocazione che si è guadagnata sul campo dopo la meravigliosa medaglia di bronzo conquistata ai recenti Campionati Italiani Assoluti nella categoria fino a 52kg. Dal 1 febbraio Maruska è in ritiro con la Nazionale seniores presso il Centro Olimpico Federale FIJLKAM di Ostia Lido.

La storia sportiva di Maruska ha inizio nel 2006 quando, a 10 anni, per la prima volta salì sul tatami dello Judo Club Ventimiglia, dove trovò ad accoglierla il Maestro Rocco Iannucci e l'allenatrice Antonella Iannucci. Da quel giorno il judo è diventato parte fondamentale della sua vita, l'inizio di un percorso incredibile pieno di tanti successi e vittorie ma anche a volte di alcune battute d'arresto, dalle quali Maruska ha sempre saputo rialzarsi e ricominciare a combattere più forte di prima grazie alla guida dei suoi Maestri.

Da subito Maruska ha dimostrato grande talento per il judo, accompagnato da una instancabile voglia di misurarsi con se stessa, con i propri limiti, con una ferrea volontà di fare ogni giorno un passo avanti. Umiltà e fatica questa la ricetta vincente che l'ha portata a scalare le vette e a piazzarsi stabilmente nel cerchio delle migliori judoka italiane. Il suo palmares è molto ricco e vanta ben cinque podi nazionali a partire dal 2012:
- 2012 Campionati Italiani Cadetti 3° classificata
- 2013 Campionati Italiani Juniores 2° classificata
- 2015 Campionati Italiani Juniores 3° classificata
- 2016 Coppa Italia juniores/seniores 2° classificata
- 2018 Campionati Italiani Assoluti 3° classificata

A queste pesanti medaglie vanno aggiunte innumerevoli vittorie e piazzamenti sul podio nelle gare di Grand Prix Italia Cadetti, Juniores, Seniores e diverse convocazioni nelle fila della Squadra Nazionale Juniores e la partecipazione alle gare di European Cup. L'atleta ha raggiunto il grado di cintura nera 3° dan per meriti agonistici. Nel judo, sport di situazione estremamente complesso, riuscire a ottenere con continuità risultati  così prestigiosi, considerando anche l'alto livello di preparazione degli atleti italiani, non è un caso ma il risultato di allenamenti di qualità a supporto del talento.

Tutto ciò è  possibile in quanto lo staff tecnico dello Judo Club Ventimiglia ha sempre seguito Maruska senza tralasciare nessun aspetto della preparazione. Le medaglie conquistate sono il frutto di una programmazione attenta, specifica e mirata, completa a 360° gradi. Negli ultimi anni, salendo di livello, l'allenamento è stato integrato con i consigli della dott.ssa Katya Iannucci, che ha seguito gli aspetti mentali della preparazione e del dottor Stefano Beschi, che ha seguito gli aspetti legati alla gestione del peso e della corretta alimentazione.

Un mix vincente di professionalità che, con un attento ed esperto lavoro quotidiano, ha portato Maruska alla ribalta Nazionale. E ora, sabato prossimo, Maruska farà il suo debutto internazionale ufficiale con la Nazionale maggiore in occasione dell'European Open di Roma, competizione che assegna punteggi validi per la Ranking List mondiale e alla quale sono iscritte atlete di 27 Nazioni, compreso il Giappone. Una soddisfazione immensa per l'atleta ma anche per l'intero Judo Club Ventimiglia. Questo risultato rappresenta l'esito di una sinergia vincente tra atleta e staff tecnico, una crescita fatta di fiducia reciproca e stimolo continuo a cercare di fare meglio ogni giorno.

Ottenere una medaglia ai Campionati Italiani Assoluti è stato un risultato cercato, voluto, costruito ma immenso. E se vogliamo anche storico, visto che era dai tempi di Maria Teresa Motta che un'atleta della Provincia di Imperia non saliva sul podio dei Campionati Italiani Assoluti. Vivere e allenarsi a Ventimiglia, confrontarsi con le atlete dei grandi Club di Torino, Roma, Napoli e dei Gruppi Sportivi Militari, ottenere un bronzo di valore assoluto, la convocazione in Nazionale e partecipare alla European Open indossando i colori della tua Nazione ti fa scoppiare il cuore di gioia, è un'emozione che ti lascia senza respiro. È veramente un sogno diventato realtà!

Questo grazie anche al fatto che lo Judo Club Ventimiglia sul territorio intemelio è la sola Associazione affiliata alla FIJLKAM, la Federazione ufficiale del Judo in Italia, l'unica federazione riconosciuta e l'unica autorizzata alla formazione delle squadre Nazionali. Quindi, questo deve essere un monito per tutti i genitori, se vostro figlio ha piacere di fare Judo e magari sogna di indossare un giorno la maglia azzurra, iscrivetelo solo nelle Associazioni affiliate alla FIJLKAM, l'unica federazione di judo in cui i sogni possono diventare realtà!

Quindi, per concludere, l'augurio è che tanti altri giovani ventimigliesi, seguendo le orme di Maruska Iamundo, vogliano trasformare il loro sogno in realtà. Da parte di tutti gli atleti, i tecnici, i dirigenti, le famiglie dello Judo Club Ventimiglia e della cittadinanza non ci resta che dire: "In bocca al lupo Maruska!"

Carlo Alessi

Ti potrebbero interessare anche:
Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore