/ Calcio

Calcio | 16 marzo 2018, 11:10

Calcio, Seconda Categoria. Stangata sulla Virtus Sanremo, la rabbia di mister Moroni: "Espulso per aver fatto notare un tentativo di aggressione da parte di parecchi avversari nei confronti di un nostro giocatore"

Parla il tecnico dopo che il Giudice Sportivo lo ha fermato fino al prossimo 9 maggio, dopo i fatti con il Riva Ligure: "Nel calcio dilettantistico regna l'ipocrisia e l'arroganza"

Massimiliano Moroni, allenatore della Virtus Sanremo

Massimiliano Moroni, allenatore della Virtus Sanremo

In casa Virtus Sanremo, dopo la stangata alla società matuziana con le squalifiche fatte dal Giudice Sportivo dopo i fatti di domenica scorsa sul campo di Santo Stefano al Mare contro il Riva Ligure, interviene ai nostri microfoni il tecnico della Prima Squadra Massimiliano Moroni, che rompe il silenzio e parla a nome della società matuziana:

"Questa è l'ennesima prova della mistificazione della realtà da parte di quell'arbitro. Già a Borghetto, quattro settimane fa, dagli spalti arrivarono insulti razziali nei confronti di alcuni nostri giocatori di colore e nonostante l'avessero sentito tutti nessun provvedimento fu preso. Domenica un'altra situazione e nessuna relazione in merito - sottolinea il mister - anzi l'arbitro mi ha espulso per aver fatto notare un tentativo di aggressione da parte di parecchi avversari nei confronti di un nostro giocatore, una cosa che rifarei: non posso accettare di tornare a casa con un ragazzo ferito".

"Nel calcio dilettantistico regna l'ipocrisia e l'arroganza. Ad inizio stagione i vertici federali in quel di Taggia riunirono capitani ed allenatori dove chiesero collaborazione ed invitarono le società ad adoperarsi per evitare risse ed insulti razziali, ed oggi questa è la realtà".

Il mister punta il dito sull'arbitro e spiega l'episodio di domenica scorsa che ha scatenato polemiche: "La costruzione fantasiosa di un giovane arbitro che si permette di sorvolare su simili episodi, a mio avviso, si commenta da solo. Inoltre, la cosa che lascia basiti è quanto abbia scritto, e mi riferisco al comportamento tenuto ed alla mancata applicazione del regolamento che avrebbe dovuto seguire: convocare il capitano e chiedergli se volesse o meno continuare, e a seguito di un eventuale rifiuto, avrebbe dovuto espellerlo. Così di seguito con il vice capitano, invece manco è stato chiamato scrivendo l'opposto: probabilmente non conosce le procedure che in altre province e regioni seguono, conoscono ed applicano".

Domenica potrebbero anche scendere in campo molti giocatori della formazione Allievi come conferma il mister: "La mia squalifica fino al 9 maggio? Non mi toglie nulla, anche perché il campionato finisce l'8 aprile e sarò via. Domenica prossima contro il Soccer Borghetto ho intenzione di schierare parecchi Allievi e poi decideremo se continuare ad iscrivere ancora la Prima Squadra. L'unico errore che abbiamo commesso domenica - conclude Moroni - è stato quello di non far registrare la partita, altrimenti parleremmo di altro: auguro all'arbitro una fulgida carriera".

Riccardo Aprosio

Ti potrebbero interessare anche:
Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore|Premium