/ Calcio

Che tempo fa

Cerca nel web

Calcio | venerdì 23 marzo 2018, 11:10

Calcio, Serie D. Sanremese, torna a parlare l'ex mister Alberto Baldisserri: "Mi sarebbe piaciuto tornare, ne sarei stato orgoglioso e pronto"

L'anno scorso è stato il tecnico dei biancazzurri nella seconda parte di stagione dopo l'addio con Riolfo

Alberto Baldisserri, ex allenatore e capitano della Sanremese

Torna a parlare mister Alberto Baldisserri e per farlo sceglie e i nostri microfoni di rivierasport.it, dove analizza la situazione in casa Sanremese dopo il caos accaduto in settimana con le dimissioni prima del tecnico Massimo Costantino e 24 ore dopo quelle del vice Leo Andrian. L'ex allenatore e Capitano della Sanremese nell'intervista non ha nascosto anche la voglia di ritornare sulla panchina matuziana, una cosa ormai tramontata.


Mister Baldisserri, in casa Sanremese è stata una settimana un po' convulsa, una situazione analoga nella scorsa stagione dove lei rilevò la squadra: che ricordi ha? "La Sanremese è un'ottima squadra. In questi momenti negativi ci vuole l'esperienza giusta per valutare la situazione. L'errore interno più grande sarebbe quello di ragionare in maniera semplicistica, ovvero fin quando le cose andavamo bene tutti fenomeni, dirigenti giocatori, allenatore e quando van male la colpa è dei giocatori: sbagliato! Io l'anno scorso avevo rilevato una squadra a terra, con mille problemi, parecchi giocatori infortunati in primis, morale basso, insicurezze generali e a 2 punti dai play-out, con un calendario delle ultime 6 partite non certo facile, nelle quali dovevamo incontrare 5 tra migliori tra cui la capolista Gavorrano e Massese: in questi casi bisogna aver le idee chiare. 

Personalmente ho cambiato sistema di allenamento e lavorato molto sul posizionamento in campo, cercando gli equilibri giusti. Sapevo dove e come avrei dovuto lavorare quotidianamente per ottenere l'obiettivo, in oltre 20 anni di esperienza in campo da protagonista mi han fatto maturare una capacità personale di aver attenzione agli equilibri di squadra. Nell'immaginario del passato della propria squadra del cuore spesso è più facile, si ricordino i gol abbinandoli alle vittorie ma quasi sempre i campionati si vincono e si son vinti incassando pochi gol. Io sono orgoglioso di essere stato partecipe di organizzazioni difensive che per anni sono state tra le migliori, spesso le migliori.

Sin dal primo secondo sapevo le corde che avrei dovuto toccare e i giocatori son stati bravi a seguirmi in tutto e già dalla prima partita in trasferta con un Valdinievole in salute i risultati ci avevano dato ragione ottenendo una vittoria, acquisendo di giornata in giornata le sicurezze che ci han portato a fare un buon finale di campionato". 

Si aspettava una chiamata dalla società? "Credo nella risalita della Sanremese. La squadra ha potenzialità enormi e le 7 giornate che mancano devono indurre tutto l'ambiente a credere nell'impresa. Personalmente sarei un bugiardo se dicessi che non mi sarebbe piaciuto essere chiamato dalla società: sarei stato orgoglioso e pronto".

La scelta è caduta su Alessandro Lupo, tecnico già degli Allievi matuziani: "Auguro il meglio a mister Lupo e ai ragazzi e sempre Forza Sanremese! Vorrei fare anche un saluto speciale al Presidente Renato Bersano, col quale ho avuto il piacere di lavorare l'anno scorso". 

Riccardo Aprosio

Ti potrebbero interessare anche:
Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore