/ Calcio

Calcio | 21 maggio 2018, 12:30

Calcio, Prima Categoria. Sanstevese sconfitta e amareggiata. Settime traccia il bilancio: "Abbiamo avuto la forza di creare qualcosa solo con la nostra passione e con l'obbiettivo di crescere"

Il Direttore Sportivo elogia il suo club: "La società ha sempre avuto rispetto dei ruoli senza mai interferire con nessuno ed è una forma di raro rispetto in queste categorie"

Denis Settime, Direttore Sportivo della Sanstevese

Denis Settime, Direttore Sportivo della Sanstevese

Non sono passate neanche 24 ore dalla sconfitta contro la Dianese & Golfo nella finale playoff della Prima Categoria del Girone A che l'amarezza e il rammarico in casa Sanstevese è alto. L'1-3 di ieri pomeriggio ha rispecchiato la grande annata della compagine di Siciliano che ha sfiorato la Promozione diretta e mettendo in difficoltà i quotati giallorossoblù per un'ora di gioco: a tracciare un bilancio e regalare un pensiero sulle pagelle realizzate a rivierasport.it da Antonio Tomeo nella giornata di sabato è il Direttore Sportivo Denis Settime.

 

Direttore Settime partiamo dalle pagelle di Antonio Tomeo: ci regala un parere a livello personale? "Ringrazio Tomeo per le belle parole a livello personale, le apprezzo molto poiché lo considero una persona calcisticamente competente, ma devo anche dire che la nostra società e penso anche di parlare a titolo di tutti giocatori e staff è quella che ci ha permesso di metterci in luce: Simone Siciliano come mister, Semiglia come preparatore, io stesso, i ragazzi poiché hanno avuto innanzitutto una fiducia smisurata in me  e successivamente a tutti gli addetti ai lavori rispettando sempre i ruoli che erano assegnati e in questo calcio".

In queste categorie è una dote di raro rispetto poiché si vedono Presidenti che spendono un sacco di soldi e poi vogliono fare la formazione e magari retrocedono o fanno i danni; DS che fungono da "yes man" non avendo mai voce in capitolo e ragazzi che vengono posti sempre a esami decisivi come se dovessero spaccare il mondo ma non vivono situazioni "sane". Qui per quanto al momento il budget sia 0 totale".

Avete costruito una squadra importante sfiorando il grande bersaglio: "Abbiamo avuto la forza di creare qualcosa solo con la nostra passione e con l'obbiettivo ovvio di crescere a livello personale, ma è ovvio che questo sempre grazie ad una società che ce lo permette e anche grazie a tutti noi che insieme ai ragazzi ci abbiamo messo del nostro. Comunque vada è normale poi che tutti dovranno fare un altro step avanti in vista futura. Assolutamente sarà la priorità e comunque vada personalmente posso dire solo grazie a chi mi ha fatto partire da zero".

Tornando a Tomeo le sue pagelle hanno fatto discutere... "Tomeo? Ha espresso un suo rispettabilissimo pensiero da persona orientata ai suoi vissuti su piazze diverse. E' normale che ognuno veda le cose a suo modo ed è anche normale che ognuno possa dire la sua. Poi ovvio sta a ognuno di noi sapere quale sia la giusta versione delle cose o quello che ha portato ai successi o agli insuccessi".

Riccardo Aprosio

Ti potrebbero interessare anche:
Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore|Premium