/ Calcio

Calcio | 24 maggio 2018, 16:10

Calcio. E' un Roberto Biffi come un fiume in piena dopo le dichiarazioni di Antonio Tomeo: "Millantare conoscenze personali a vanvera mi infastidisce"

Il tecnico torna a parlare dopo l'intervista all'ex giocatore di Sanremese e Carpi: "Giudicare il campionato dell'Ospedaletti fallimentare mi sembra troppo"

Roberto Biffi, quest'anno sulla panchina dell'Ospedaletti

Roberto Biffi, quest'anno sulla panchina dell'Ospedaletti

E' un Roberto Biffi come un fiume in pieno quello intervenuto ai nostri microfoni di rivierasport.it in primis per rispondere alle dichiarazioni rilasciate anche su un parere sullo stesso mister e l'Ospedaletti da parte di Antonio Tomeo: il tecnico, ormai separato in maniera consensuale con il club orange, risponde all'ex giocatore di Sanremese e Carpi ("Penso che le giudicare il nostro campionato "fallimentare" mi sembra veramente troppo) e analizza il suo possibile successore sull'ambita panchina orange ("Carlet? ragazzo serio, onesto e capace").

 

Mister Biffi, vuole intervenire dopo le dichiarazioni rilasciate al nostro quotidiano online da parte di Antonio Tomeo? "Si certo, anche perchè millantare conoscenze personali a vanvera mi infastidisce. Una sola volta ho incontrato questa persona ed in quell'occasione mi ha fatto i complimenti per il lavoro che stavamo facendo. Poi leggo le dichiarazioni che ha fatto e rimango basito e basterebbe questo per terminare la nostra chiacchierata... Non fidandomi però delle apparenze ho voluto informarmi su chi fosse realmente questo signore, per poter giudicare il lavoro altrui, sono andato su internet dive ho digitato su Wikipedia il suo nome e con grande stupore non l'ho trovato. Il mio nome, per esempio c'è. Quindi ho ragionato un attimo ed ho capito che io calcio minore non l'ho mai fatto..."

Anche l'Ospedaletti è stato tirato in ballo da Tomeo con una votazione: come giudica la stagione appena conclusa? "Io credo che sia stata una buona stagione, potevamo fare qualcosa in più, ma con il senno di poi tutto è più facile da capire. Tomeo? Penso che le giudicare il nostro campionato "fallimentare" mi sembra veramente troppo. Quando si dicono determinate cose bisogna sapere e soprattutto saperlo fare. Io non posso rispondere sulla questione budget, ci saranno le persone preposte a poter rispondere se lo vorranno fare".

Dopo la sua separazione consensuale sulla panchina dell'Ospedaletti dovrebbe succedere a lei Alan Carlet: si sente di consigliare qualcosa? "Assolutamente no, Alan è un ragazzo serio, onesto e capace. Troverà un gruppo di ragazzi abituati a sudare e soffrire, quindi il suo lavoro sarà più semplice di quello che ho dovuto fare io al mio arrivo. Credo che abbia una voglia matta di confrontarsi con una categoria differente e gli stimoli non gli mancheranno di certo. Attenzione però alle riunioni segrete... (ride)".

Riccardo Aprosio

Ti potrebbero interessare anche:
Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore|Premium