/ Altri sport

Altri sport | lunedì 18 giugno 2018, 13:54

Sanremo: sulla pista ciclabile si corre per le balene, sabato la terza edizione della “Run for the whales” (Video)

Già 350 i runners iscritti dall’Italia e dell’estero. Sabato alle 18.30 la partenza delle tre gare

Sanremo: sulla pista ciclabile si corre per le balene, sabato la terza edizione della “Run for the whales” (Video)

Sanremo in prima fila per la tutela delle balene e del magnifico Santuario dei Cetacei. Per difendere un magnifico dono della natura servono iniziative e, per il terzo anno, nella Città dei Fiori si organizza la “Run for the whales”, gara podistica per raccogliere fondi a favore delle balene e del loro splendido habitat.

Tutelare le balene e i delfini dei nostri mari si può anche con una corsa lungo il mare in uno degli scenari più belli del Ponente ligure. L’iniziativa lanciata dall’Istituto Tethys Onlus in collaborazione con il Comitato Organizzatore Sanremo Marathon è alla sua terza edizione e si svolgerà quest’anno sabato prossimo.

Prima nel suo genere in Italia, la manifestazione organizzata dalla Asd Pro San Pietro in collaborazione con Area24 e i Comuni di San Lorenzo al Mare, Cipressa, Costarainera, Riva Ligure, Taggia e Sanremo e avrà il duplice scopo di far conoscere al vasto pubblico i cetacei del Mediterraneo e di raccogliere fondi per la tutela e la ricerca scientifica si queste specie chiave dell’ambiente marino.

La city half marathon e la 10 chilometri si svolgeranno, come nelle passate edizioni, sulla pista ciclopedonale che si estende tra San Lorenzo al Mare e Sanremo, parallela al mare che ospita il maggior numero di balene e di delfini del Mediterraneo. Una corsa competitiva di 10 chilometri vedrà runner italiani ed esteri correre da Arma di Taggia a Sanremo mentre genitori con i bambini, nonni o chi preferisce un percorso meno impegnativo, potranno partecipare alla camminata di circa 3 chilometri sul tratto sanremese della pista.

Gli eventi saranno articolati in:

- alle 18.30 partenza della mezza maratona competitiva omologata dalla FIDAL con partenza da San Lorenzo al Mare (ex stazione FS) e percorso interamente sulla pista ciclabile con arrivo a Pian di Poma

- alle 18.30 partenza della 10 chilometri non competitiva con partenza da piazzale Chierotti ad Arma di Taggia e percorso attraverso via Queirolo dalla quale si imbocca la ciclabile per arrivare a Sanremo al campo di atletica di Pian di Poma

- alle 18.30 la Family Run aperta a tutti, grandi e piccini, con partenza e arivo al campo di atletica di Pian di Poma

È possibile iscriversi online sul sito della manifestazione www.runforthewhales.it fino al 19 giugno, poi direttamente al desk dell’organizzazione presso il campo di atletica di Pian di Poma che sarà aperto venerdì 22 alle 19 e sabato 23 dalle 9 alle 13.

Al momento i numeri stanno premiando l’organizzazione della “Run for the whales”: sono già 350 i runners iscritti da tutta Italia e dall’estero.

Questa mattina la manifestazione è stata presentata al Casinò di Sanremo alla presenza degli organizzatori, del Cda del Casinò e di Area24, dell’Istituto Tethys e del Comune di Sanremo.

Il Casinò è partner per tutti gli eventi sportivo-turistici in città – ha dichiarato Olmo Romeo per il Cda della casa da gioco – ritengo che lo sport, associato al turismo, siano uno di quei volani che lanceranno Sanremo in un mercato che non ci mette in competizione con altre località turistiche anche più blasonate, è un motivo di pregio per la città”.

È un piacere sostenere l’Istituto Tethys, anche con la tassa di soggiorno potremo sostenere la sua attività promozionale – ha aggiunto Marco Sarlo, Assessore al Turismo del Comune di Sanremo – è un discorso molto importante per chi ama i cetacei, nel mondo ci sono località importanti che hanno sviluppato questo filone”.

Questa gara racchiude tutto il patrimonio che mi è stato affidato, lo sport con la mezza maratona e l’ambiente e la sua tutela” ha aggiunto l’Assessore allo Sport e all’Ambiente Eugenio Nocita, mentre il Consigliere Comunale Giovanna Negro ha dichiarato: “Qualsiasi cosa sia fatta in nome dello sport a Sanremo è bella, ho una grande ammirazione per tutto quello che fa l’Istituto Tethys”.

Grande protagonista anche Area 24 con la sua pista ciclabile, rappresentata in conferenza stampa da Sergio Raimondo: “La struttura si mette a disposizione del territorio per coniugare le eccellenze del territorio e del Santuario. Abbiamo in programma due progetti, uno è “La balena va in bicicletta”, l’altro è “Qui si corre con le balene e lì si nuota con le balene” un percorso multimediale al di sotto della pista ciclabile”.

Complimenti a chi ha organizzato la manifestazione – ha aggiunto Alessandro Zunino – nelle manifestazioni podistiche non è facile creare un seguito, bisogna lavorare per tempo e cercando di dare continuità”.

L’idea è nata tre anni fa quando ho pensato a come fare per raggiungere più persone, anche chi non ha confidenza con un linguaggio scientifico – ha spiegato Sabina Airoldi per l’Istituto Tethys – parte del ricavato andrà all’Istituto e vi assicuro che ognuno di questi euro verrà utilizzato al meglio per scoprire qualcosa di più su questi meravigliosi animali”.

A nome dell’organizzazione della “Sanremo Marathon” sono intervenuti Igor Varnero ed Emanuele Capelli. “Qui c’è la passione – ha detto Varnero – cinque anni fa abbiamo costituito questo comitato per portare a Sanremo una maratona e quest’anno celebreremo la quinta edizione. Parlando con Sabina abbiamo pensato a un evento per promuovere due grandi eccellenze del territorio, la ciclabile e il Santuario. Ci è quindi sembrato un dovere impegnarci in prima persona”.

È possibile vedere questi eventi solo grazie al lavoro che fanno tutti i volontari – ha aggiunto Emanuele Capelli – non potrebbero esserci turismo e manifestazioni di questo tipo senza persone che mettono a disposizione il loro tempo. Abbiamo spostato l’arrivo da Porto Sole alla pista ciclabile proprio per premiare le associazione che ci lavorano tutto l’anno. Se tutti fanno la loro parte in campo potremo correre veloci verso una maratona che possa valere un viaggio a Sanremo e rendere onore al nome della città”.

Pietro Zampedroni

Ti potrebbero interessare anche:
Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore