/ Calcio

Calcio | 12 luglio 2018, 15:21

Calcio, Promozione. Taggia, è un Luca Fiuzzi carico e determinato: "Mi hanno fatto sentire subito importante, voglio vincere"

Il difensore centrale ha sposato il progetto dei giallorossi

Luca Fiuzzi con la nuova maglia giallorossa del Taggia

Luca Fiuzzi con la nuova maglia giallorossa del Taggia

"Questa società mi ha fatto subito sentire importante, voglio vincere". Le prime parole di Luca Fiuzzi da giocatore del Taggia fanno ben sperare, perchè al "Marzocchini" sbarca un vero e proprio top-player della categoria. Il difensore centrale, come annunciato in esclusiva da noi di rivierasport.it questa mattina (clicca QUI), ha firmato per i giallorossi tuffandosi in questa nuova avventura ricca di fascino, un nuovo modo di mettersi in gioco: ecco la prima intervista da giocatore del Taggia del centrale difensivo sceso dalla Serie D alla Promozione per essere protagonista.

 

Luca Fiuzzi, cosa ti ha convinto a scegliere il Taggia? "Mi ha convinto la voglia e la determinazione che mi ha dimostrato questa società nel volermi, e conoscendoli anche il sacrificio che possano aver fatto. Mi hanno fatto sentire subito importante e per questo gli ringrazio enormemente: farò di tutto per fare vedere che hanno fatto la scelta giusta".

Quale obiettivo ti poni per questa stagione? "L'obiettivo è stato chiaro fin da subito. Ho espresso la voglia di vincere perchè mi sento bene e so cosa posso dare, ma soprattutto come rivincita dell'anno scorso. Dall'altra parte è stata accettata la mia volontà, per cui ora sarà il campo a parlare".

Spiegaci le dinamiche di questo ingaggio-lampo: è stata una trattativa complicata? "E' stata una trattativa veloce e inaspettata, i dirigenti si sono presentati due giorni fa dove lavoro. Ieri sono tornati e invece di realizzare tante chiacchiere hanno agito e questo mi è piaciuto".

Hai già parlato con mister Maiano? "Con il mister penso che ci parlerò nel pomeriggio".

Hai anche avuti contatti con l'Imperia, ma Taggia ha prevalso... "Volevo ringraziare Buttu e la società Imperia per il loro interesse di questi giorni, ma avevo già dato la parola al Taggia. Soprattutto volevo ringraziare tutti i giocatori dell'Argentina Arma e lo staff della segreteria dell'anno scorso per non aver mai mollato. Ringrazio Alessandro Trucco per essermi stato vicino ed è il dispiacere più grande non trovarlo più nello spogliatoio con me".

Riccardo Aprosio

Ti potrebbero interessare anche:

Загрузка...
Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore|Premium