/ Calcio

Calcio | 13 luglio 2018, 18:10

Calcio. Argentina Arma non iscritta in Eccellenza, Antonio Speziale sbotta: "Ho rammarico, ero riuscito a trovare acquirenti disposti a salvare la società"

Ai nostri microfoni interviene l'ex Amministratore Delegato rossonero

Calcio. Argentina Arma non iscritta in Eccellenza, Antonio Speziale sbotta: "Ho rammarico, ero riuscito a trovare acquirenti disposti a salvare la società"

Alla fine l'Argentina Arma non è stata iscritta al prossimo campionato di Eccellenza, nonostante le speranze positive infuse dall'Avv. Bruno Vellone proprio ai nostri microfoni. Vellone non è riuscito a presentare in tempo alla Federazione tutti i documenti necessari per l'iscrizione alla categoria, facendo sfumare l'intero progetto di ripartenza. Ai nostri microfoni, questa volta, ad intervenire è Antonio Speziale, ex Amministratore Delegato dell'ormai scomparsa società rossonera, che sbotta.

 

"Come ex Amministratore Delegato della società Argentina Arma, fino all'ultimo ho cercato e trovato acquirenti disposti a salvare la società e iscrivere la squadra al prossimo campionato di Eccellenza. Purtroppo l'Avv. Bruno Vellone, dopo aver dato le dimissioni da Presidente lo scorso gennaio, si è riqualificato nello stesso ruolo, senza però mai presentarsi a nessuna assemblea, compresa l'ultima di Genova da lui stesso voluta la scorsa settimana".

"Fino all'ultimo avrei trovato gli acquirenti, ma Vellone aveva promesso di iscrivere la squadra facendo sapere di avere un gruppo di soci alle spalle. Non è stata però realizzata nessun tipo di iscrizione, causando di conseguenza la chiusura di una società centenaria".

"Tutto questo mi fa molto dispiacere, perchè non c'erano da fare tante parole: bastava solo che il Presidente si facesse da parte, in modo che la società venisse salvata. I presupposti, le persone e i progetti c'erano".

Riccardo Aprosio

Ti potrebbero interessare anche:

Загрузка...
Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore|Premium