/ Pallanuoto

Che tempo fa

Cerca nel web

Pallanuoto | lunedì 08 ottobre 2018, 18:10

Pallanuoto femminile. Scatta la Serie A1, Marco Capanna alla conquista di Roma: "Ho grande motivazione ed entusiasmo. Giulia Emmolo? Un piacere incontrarla, è una super atleta"

La compagine della Capitale, allenata dall'ex coach scudettato della Rari Nantes Imperia, debutterà contro il Rapallo

Marco Capanna, ex allenatore della Rari Nantes Imperia, da quest'anno alla SIS Roma

Marco Capanna, ex allenatore della Rari Nantes Imperia, da quest'anno alla SIS Roma

Il campionato di Serie A1 femminile scatterà sabato 13 ottobre con delle partite molto interessanti, un massimo campionato nazionale che parlerà molto imperiese. Tra le giocatrici della nostra provincia che regaleranno grande spettacolo ci sono Giulia Gorlero (portiere del Ekipe Orizzonte Catania), Giulia Emmolo (attaccante mancina del Rapallo) e Giulia Cuzzupè (attaccante mancina del Bogliasco), tutte e tre ex Rari Nantes Imperia.

Anche in panchina c'è un allenatore della nostra provincia che ha vinto lo storico Scudetto proprio con i colori giallorossi, quel Marco Capanna che è pronto a conquistare la SIS Roma dopo l'esperienza di Cosenza: noi di rivierasport.it lo abbiamo intervistato a pochi giorni dal via.

 

Coach Marco Capanna, sabato scatterà il campionato di Serie A1 femminile per la sua SIS Roma: quali sono le sue sensazioni? "Grande motivazione, entusiasmo, soddisfazione nel vedere la voglia di questo gruppo nel diventare squadra e credere nel lavoro".

Il debutto sarà contro il Rapallo della sua ex allieva Giulia Emmolo: che effetto le farà incontrarla da avversaria? "Giulia Emmolo? Sono contento per lei che ha scelto dopo la bella esperienza in Grecia di tornare in Italia, in un campionato più impegnativo. Sarà sempre un piacere incontrarla, è una super atleta e abbiamo lavorato insieme 11 anni con tanti risultati importanti".

Dove può arrivare la sua SIS Roma? "Non so e non mi chiedo tutti i giorni dove può arrivare questa Roma. Con la disponibilità di società e ragazze cerchiamo di fare bene un percorso di crescita ogni giorno. Ci sono dei passaggi che non puoi saltare per fare grandi cose e per ora sono molto soddisfatto, il gruppo in prospettiva può diventare speciale ed ha qualità non solo tecniche". 

Ha un sogno personale per questa stagione? "Sono molto ambizioso e equilibrato. Non mi levo il gusto del lavoro quotidiano per sognare, so per certo che lavoreremo e saremo una squadra tosta e la cosa mi piace molto".

Riccardo Aprosio

Ti potrebbero interessare anche:
Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore