/ Calcio

Calcio | martedì 23 ottobre 2018, 15:18

Calcio, Promozione. Sanstevese, il DS Denis Settime guarda avanti: "Contro la Loanesi meritavamo almeno un punto, ma non possiamo regalare un tempo tutte le domeniche"

La compagine di Santo Stefano al Mare reduce dal ko di Loano. Il DS pensa all'Ospedaletti: "Squadra forte con un allenatore competente, ma non mi preoccupano mai gli avversari"

Denis Settime, Direttore Sportivo della Sanstevese

Denis Settime, Direttore Sportivo della Sanstevese

La Sanstevese è pronta a ricominciare dopo lo sfortunato scivolone subìto sul campo della Loanesi, una sconfitta che però ha lasciato nella compagine di Santo Stefano al Mare degli strascichi positivi. Noi di rivierasport.it abbiamo raggiunto il Direttore Sportivo Denis Settime che ha tracciato il punto della situazione, in vista del delicato derby di Pian di Poma domenica prossima contro la capolista Ospedaletti.

 

Direttore Denis Settime, analizziamo la sconfitta di Loano: qual'è il suo giudizio? "Il risultato contro la Loanesi riflette quello che abbiamo fatto, forse meritavamo un punto. Ma non possiamo regalare un tempo tutte le domeniche, serve concentrazione sempre".

Vi sentite penalizzati dalle decisioni arbitrali? "Sbagliano anche loro, ma devono avere più attenzione. Detto questo andiamo avanti a lavorare senza abbatterci".

Capitolo Loanesi: è soddisfatto nonostante la sconfitta della reazione avuta dalla squadra? "La squadra ha reagito in maniera importante, nei secondi 45 minuti sembravano della squadra opposta vista all'inizio. Dobbiamo migliorare, le parole servono a poco".

In questo momento non siete neanche fortunati: è fiducioso per il futuro? "Diciamo che la fortuna non è mai stato il nostro forte, ma non è con la fortuna che si costruisce qualcosa, quindi dobbiamo essere bravi ad andarcela a cercare".

Domenica piove sul bagnato perchè c'è l'Ospedaletti: partita da mission impossible? "L'Ospedaletti? Sono una squadra forte con un allenatore competente, gli stimoli vengono da se in queste partite. Non mi preoccupano mai gli avversari, dobbiamo lavorare su noi stessi e ci rialzeremo".

Riccardo Aprosio

Ti potrebbero interessare anche:
Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore