/ Calcio

Che tempo fa

Cerca nel web

Calcio | venerdì 09 novembre 2018, 18:21

Calcio, Serie D. E' un Milano City a caccia della giusta ripartenza. Il DG Amirante: "Sanremese avversario importante, mi aspetto una prova di carattere. La nostra rosa non rispecchia questa classifica"

Il Direttore Generale analizza la sfida contro i biancazzurri

Il Milano City tra le delusioni di questo campionato (foto tratta dalla Pagina Facebook Ufficiale della società)

Il Milano City tra le delusioni di questo campionato (foto tratta dalla Pagina Facebook Ufficiale della società)

La Sanremese è pronta ad ospitare sabato pomeriggio il Milano City, compagine lombarda che alla vigilia del campionato era stata inserita fra le possibili candidate alla vittoria finale e allenata dall'esperto Ezio Rossi, ex tecnico in Serie B di Treviso e Torino.

Al momento così non è stato con i milanesi che nelle prime otto partite hanno totalizzato solamente 5 punti e sono in piena zona retrocessione. I granata sul campo del matuziani vanno a caccia della ripartenza giusta e a rivierasport.it è il Direttore Generale Sergio Amirante ad analizzare il match contro i matuziani.

 

Direttore Sergio Amirante, affronterete la lanciata Sanremese: che avversario vi aspettate? "La Sanremese è un avversario importante, una di quelle candidate alla promozione sia in prospettiva quest'estate che in pratica ora: i biancazzurri stanno confermandosi una squadra forte".

Siete partiti a rilento, una situazione che nessuno si sarebbe immaginato alla vigilia: come lo spiega? "Siamo partiti malissimo e il problema è di campo, visto che stranamente rispetto alle partite i ragazzi in allenamento hanno fatto vedere sempre ottime cose. La nostra rosa non rispecchia questa classifica e purtroppo non so dare una vera spiegazione a questa situazione".

Cosa si aspetta dalla squadra in questa partita? "Mi aspetto una partita di carattere  come abbiamo fatto nel secondo tempo a Borgaro. Spero in una risposta soprattutto di una convinzione nei propri mezzi, anche se in questo momento il risultato è in secondo piano".

 

Riccardo Aprosio

Ti potrebbero interessare anche:
Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore