/ Altri sport

Altri sport | mercoledì 14 novembre 2018, 18:30

Pallamano Ventimiglia, premio per la bandiera Marco Riceputi: "Ricevere questo riconoscimento è stato un vero onore. Mi sento felice e soddisfatto"

Il giocatore premiato prima del match cpntro l'Antibes dal Sindaco della città di confine Enrico Ioculano: "Dedicato a mia moglie Valeria"

Marco Riceputi, bandiera della Pallamano Ventimiglia, premiato sabato scorso dal Sindaco della città di confine Enrico Ioculano (foto Eugenio Conte)

Marco Riceputi, bandiera della Pallamano Ventimiglia, premiato sabato scorso dal Sindaco della città di confine Enrico Ioculano (foto Eugenio Conte)

La Senior della Pallamano Ventimiglia ha cominciato alla grande il suo campionato francese e sabato scorso è stata protagonista di una netta vittoria tra le mura amiche del PalaRoya di Roverino sull'Antibes. 

Bandiera giallonera. Prima del match è stato premiato dal Sindaco della città di confine Enrico Ioculano, il veterano della compagine frontaliera, Marco Riceputi, che è da sempre nella società ventimigliese tanto da diventarne una vera e propria bandiera: a rivierasport.it ecco le sue considerazioni.

 

Marco Riceputi torniamo alla tua premiazione di sabato direttamente dal Sindaco di Ventimiglia Enrico Ioculano: ci racconti le tue sensazioni ed emozioni? "Ricevere questo premio è stato un vero onore, sia perché rappresenta un riconoscimento da parte della società e della squadra, sia perché è stato il sindaco in persona a consegnarlo: mi sono sentito  molto felice e soddisfatto. Colgo l'occasione per ringraziare pubblicamente la Presidente Paola Nanni, il fondatore della società nonché allenatore Pippo Malatino, tutti i collaboratori, i miei compagni di squadra e il pubblico presente. Grazie anche al Sindaco Enrico Ioculano per aver presenziato e per avermi consegnato il premio".

A chi vuoi dedicare questo premio? "Questo premio lo dedico a mia moglie Valeria, perché lei è sempre stata al mio fianco da quando è iniziato il mio percorso nella Pallamano Ventimiglia: ha sempre creduto in me, nello sport in generale, e nella società. Anche quando gli impegni con la Pallamano erano più gravosi ed ero meno presente, lei mi ha sempre sostenuto e incoraggiato: è la mia fan".

Analizziamo la stagione: come valuti il tuo avvio? "Per vari motivi il mio impegno nella Pallamano, quest'anno, è un po' limitato, ma sono comunque soddisfatto di come ho iniziato la stagione e continuerò a impegnarmi al massimo per dare un contributo alla mia squadra".

Dove potete arrivare quest'anno con la Senior? "Il campionato è iniziato bene, nonostante siamo in una fase di riorganizzazione della squadra, e penso che possiamo portare a casa dei buoni risultati se continuiamo a lavorare insieme sia noi senior che i giovani ragazzi che sono entrati nella squadra. L’importante è collaborare, impegnarsi e crederci: il resto viene da sé".

Riccardo Aprosio

Ti potrebbero interessare anche:
Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore