/ Calcio

Che tempo fa

Cerca nel web

Calcio | 16 dicembre 2018, 16:29

Calcio, Promozione. L'Ospedaletti ha sette vite: che rimonta sulla Sestrese!

Al 'Morel' di Ventimiglia la capolista recupera i verdestellati e chiude 4-4

Calcio, Promozione. L'Ospedaletti ha sette vite: che rimonta sulla Sestrese!

PROMOZIONE - 14^GIORNATA -

OSPEDALETTI-SESTRESE 4-4

Ospedaletti: Eremita, Artioli, Fici, Moraglia, E. Ambesi, Al. Negro, F. Sturaro, Cadenazzi, Alasia, Miceli, Espinal. A disposizione (Frenna, D. Rossi, Schillaci, Saba, Trotti, Ventre, Gambacorta, Lamberti). Allenatore: Carlet

Sestrese: Lo Vecchio, Lo Stanco, Di Sisto, Raso, Ansaldo, Caraglio, Cafferata, Federici, Camara, Akkari, Stilo. A disposizione (Venturin, Ardinghi, Carlevaro, Cervelli, Gioko, Ramponi, S. Rossi, Valcavi, Piroli) Allenatore: Schiazza

Arbitro: Rizzello di Savona

 

I campioni d’inverno alle prese con la prima remuntada stagionale. L’Ospedaletti di mister Alan Carlet agguanta il pareggio nel match di questo pomeriggio disputato nella casa provvisoria del Morel di Ventimiglia contro un’aggressiva Sestrese.

Partita davvero pazzesca che ha visto i padroni di casa andare due volte in vantaggio all’inizio del primo e del secondo tempo, salvo poi essere raggiunti e superati dagli avversari che riescono in meno di dieci minuti a portarsi a due reti di distanza.

La prima metà di gioco è tenuta sotto controllo dagli Orange, i quali segnano dopo appena undici minuti con Sturaro. Il gol del pareggio da parte degli ospiti arriva, invece, sul classico cross sbagliato che si infila all’incrocio dei pali.

Al rientro dagli spogliatoi è subito 2 a 1 (a segno Negro) ed è solo per un sbaglio dell’autore della prima rete Orange che l’Ospedaletti non riesce a portarsi in vantaggio per 3 a 1.

Di lì a poco si inverte clamorosamente il pronostico con la Sestrese che porta il tabellino sul 2 a 4, segnando al 21° e al 26°

Carattere e voglia di non lasciare punti in quella che sarebbe stata la prima sconfitta dall’inizio del campionato, fanno sì che l’undici di Carlet si desti con un colpo di reni e agguanti il pari a due minuti dal fischio finale prima con Miceli su rigore e poi con Espinal.

La capolista sperava in un risultato pieno per andare domenica in casa Legino forte dell’ennesima vittoria ma così non è stato.

 

Nonostante gli errori prosegue la marcia di avvicinamento al traguardo del giro di boa in campionato e al rientro nello stadio di casa: i cui lavori sul nuovo sintetico di regione Margotta sono, infatti, vicini alla conclusione.

 

Comunicato Stampa

Ti potrebbero interessare anche:
Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore|Premium