/ Calcio

Calcio | mercoledì 09 gennaio 2019, 18:21

Calcio, Eccellenza. Ventimiglia, il 2019 riparte dal Busalla. Scognamiglio: "Squadra solida e difficile da affrontare. Il Grosseto? La vittoria nel campionato di Serie C1 il ricordo più bello"

Il portiere analizza la sfida contro i genovesi e ripercorre la sua carriera senza dimenticare il suo ex mister Caverzan, fresco vincitore con il Finale della Coppa Italia Eccellenza Liguria: "Se la merita e sono contento per lui"

Claudio Scognamiglio, portiere del Ventimiglia e con un passato nel Grosseto

Claudio Scognamiglio, portiere del Ventimiglia e con un passato nel Grosseto

Il Ventimiglia è pronto a ripartire in questo nuovo anno e da un girone di ritorno che vedrà i granata subito impegnati in una trasferta non semplice sul campo del Busalla, per poi affrontare Alassio FC e Valdivara per un mese di gennaio insidioso.

Saracinesca Scognamiglio. In casa frontaliera è il portiere Claudio Scognamiglio a Rivierasport.it ad analizzare le prime sensazioni della ripresa dopo la pausa natalizia, il match in terra genovese e la precedente avventura nella sua Grosseto.

 

Claudio Scognamiglio, finalmente si torna a giocare: quali sono le tue sensazioni? "Questo periodo di stop ci voleva per ricaricare le batterie, adesso ci stiamo allenando bene per affrontare il girone di ritorno e sopratutto per farlo meglio rispetto all'andata. Sappiamo che la seconda parte della stagione è sempre più dura, ma le sensazione sono positive".

Domenica c'è la trasferta sul campo del Busalla: cosa temete di questo avversario? "Domenica si riparte con il Busalla che è sempre stata una squadra solida e difficile da affrontare. Quest'anno hanno un ottimo organico, in tutti i reparti e hanno giocatori importanti per la categoria. Ci aspetta un partita tosta".

Facciamo un passo indietro nella tua carriera: qual'è il ricordo più bello e quello più brutto che ti lega al Grosseto? "Grosseto è la mia città, ci sono nato e lì ho gran parte della mia famiglia. Il ricordo più bello legato al calcio è senza dubbio la vittoria del campionato da C1 a B (anno 2006/2007), facevo il secondo, ma tutti remavamo per un solo obbiettivo: squadra, staff, società e tifosi.

In particolare il ricordo più bello, è quando siamo entrati con il pullman nello stadio di Grosseto al rientro da Padova dopo l'ultima di campionato dove ancora non avevamo la certezza matematica e avevamo 1-0: in quell'occasione forse ci siamo resi conto di cosa avevamo fatto, mai vista così tanta gente nello stadio di Grosseto che festeggiavano con noi. Il ricordo più brutto senza dubbio un infortunio avuto qualche anno prima nelle giovanili che mi ha fatto restare per un bel po' lontano dal campo".

Mister Caverzan ha vinto la Coppa Italia Eccellenza Liguria con ikl Finale: vuoi lasciare un messaggio al tuo ex allenatore? "Mister Caverzan? Le sue squadre hanno sempre un'identità e lui crede tantissimo in quello che fa. Gli faccio i complimenti per la vittoria di questa Coppa, se la merita e sono contento per lui".

Riccardo Aprosio

Ti potrebbero interessare anche:
Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore