/ Altri sport

Altri sport | 24 gennaio 2019, 14:27

Pallapugno. Il campione di Taggia Ivan Orizio si ferma per questa stagione: "Dopo i tanti infortuni devi riflettere. Tornare alla Taggese è stata la scelta più giusta"

L'ex capitano dei giallorossi si confessa a Rivierasport.it

Ivan Orizio, ex battitore di Valle Arroscia e Taggese fra le tante

Ivan Orizio, ex battitore di Valle Arroscia e Taggese fra le tante

La pallapugno locale perderà, almeno per questa stagione, uno dei suoi più amati protagonisti.

Non prenderà il via alla nuova annata il campione di Taggia Ivan Orizio, battitore e capitano nella scorsa stagione in forza alla Taggese ma alle prese con un infortunio. Orizio dice stop almeno per una stagione e a Rivierasport.it si confessa spiegando i motivi di questa sofferta scelta.

"Dopo due anni di infortuni devi fermarti e riflettere". Ma cosa ha spinto l'Orizio Nazionale a fermarsi? "Dopo due anni costellati da tantissimi infortuni devi fermarti e riflettere - sottolinea il battitore - visto che in due stagioni ho visto più dottori che campi da gioco. Questa situazione ha inciso sul mio morale e sulla voglia di allenarmi, cosi sono arrivato alla decisione di fermarmi".

"Tanti infortuni". Orizio spiega gli infortuni subìti nelle ultime due stagioni: "Gli infortuni sono stati molti - sottolinea l'ex Taggese - ma ora il problema più serio è alla schiena e non è di facile risolutezza purtroppo".

"Tornare alla Taggese è stata la cosa più giusta". Il battitore torna anche sul suo recente passato alla Taggese: "Tornare alla Taggese è stata la cosa più giusta da fare - evidenza Orizio - era un passo obbligato. Ora la Taggese grazie al suo Presidente e a quest'anno di passaggio potrà competere per traguardi ambiziosi e sono contento di questo".

"Giuliano è la gioia più grande". Orizio è diventato da poco papà e si gode la sua famiglia: "Sono diventato papà di Giuliano, ed è la gioia più grande che un uomo può avere. Guardo il futuro con serenità, curioso di cosa potrà accadere".

Riccardo Aprosio

Ti potrebbero interessare anche:

Загрузка...
Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore|Premium