/ Altri sport

Altri sport | 12 febbraio 2019, 14:00

Gli appuntamenti con la ginnastica: un 2019 intenso

Secondo un recente rapporto dell’Istat si tratta di uno sport sempre più diffuso e apprezzato, soprattutto dalla popolazione di genere femminile

Gli appuntamenti con la ginnastica: un 2019 intenso

La ginnastica: le radici e le evoluzioni di uno sport

La ginnastica,in tutte le sue varianti, sembra non essere uno tra gli sport più tradizionalmente conosciuti, praticati e amati dagli italiani, i quali sono identificati molto più spesso con l’amore per il calcio o per altre note discipline, come il motociclismo e la Formula 1, ad esempio.

Secondo un recente rapporto dell’Istat si tratta comunque di uno sport sempre più diffuso e apprezzato, soprattutto dalla popolazione di genere femminile, come rilevato da un rapporto Istat del 2015, che lo identifica - insieme all’aerobica, al fitness e alla cultura fisica in generale -  come un’attività sportiva già praticata da oltre il 25 per cento degli sportivi, ovvero da ben quasi 6 milioni di persone nel paese.

E non solo in Italia, ma in tutto il mondo, le donne sono state premiate per questa passione sportiva, anche di recente: basti pensare agli ultimi successi conquistati sul fronte della ginnastica artistica, a testimonianza di uno sport che sta prendendo sempre più piede a livello internazionale.

Se i campionati mondiali di ginnastica artistica hanno incoronato alcune atlete sul podio in ambito globale e internazionale, è chiaro che quella per la ginnastica, nelle sue varianti, è una passione che nasce da lontano, fin dall’infanzia e dalla giovanissima età, con le prime soddisfazioni anche a livello competitivo.

La ginnastica, nelle sue diverse specialità, è comunque uno sport praticato ed apprezzato anche dal genere maschile, come dimostra il pluripremiato atleta nazionale Jury Chechi, ma anche altri importanti esponenti di questa disciplina, nelle sue varie declinazioni e in ogni parte del mondo.

Dalle origini alla contemporaneità: le evoluzioni di questo sport

Se poi si pensa nello specifico alla ginnastica artistica, le origini di questo affascinante sport partono dai tempi dell’antica Grecia, mentre in età romana la disciplina fu rivalutata come una forma di esercizio fisico legato all’ambito specificatamente militare, per poi riprendere la sua specifica natura.

Oltre alle origini, la ginnastica vive comunque una sua dimensione contemporanea: a dimostrazione che si tratta di uno sport particolarmente apprezzato ci sono numerosi video sui canali dedicati i quali riscuotono un gran numero di visualizzazioni, oltre ad atleti seguiti e stimati, come Katelyn Ohashi, la ginnasta regina dei social.

E la passione per questa disciplina passa anche dalle scommesse, soprattutto per eventi importanti come le Olimpiadi, con tanto di opportunità di approfittare di un bonus per le scommesse online, come nel caso delle finali importanti, come quelle olimpiche o come i campionati mondiali di ginnastica.

I prossimi appuntamenti con la ginnastica

Il 2019 sarà dunque un anno ricco di iniziative per la ginnastica.

Per quanto riguarda la ginnastica artistica sono in programma, dal 4 al 13 ottobre prossimi in Germania, e più precisamente a Stoccarda, i campionati mondiali, che hanno visto di recente qualificarsi la nostra squadra femminile. Quello dei mondiali è un appuntamento particolarmente importante per i ginnasti di tutto il mondo in quanto consentirà, tra l’altro, la possibilità di un pass diretto degli atleti verso le attesissime Olimpiadi di Tokyo del 2020.

Anche gli atleti della ginnastica ritmica saranno impegnati con le gare del campionato europeo, fissato dal 16 al 19 di maggio a Baku, in Azerbaijan, preceduto dalla terza tappa della coppa del mondo. Sempre nella stessa città si terranno i mondiali, in calendario per il 16-22 settembre prossimi. Gare importanti in vista anche per gli atleti del trampolino elastico, che si sfideranno proprio a Tokyo, in occasione del 34esimo campionato del mondo della disciplina.

Ma non mancano anche gare importanti a livello nazionale, a partire da quelle interregionali e regionali che si terranno fin dal mese di marzo, per arrivare fino a giugno con la Individuale Coppa Campioni- GAM Artistica maschile.

A 150 anni dalla fondazione della FGI la ginnastica è dunque ancora uno sport seguito e partecipato a tutti i livelli, come dimostrano anche le recenti prove del campionato regionale “Silver” tenutesi da poco al Palasport di Pietra Ligure, oppure, sempre in Liguria, l’inaugurazione della nuova sede dell’associazione “Niche” di Imperia, che ha l’obiettivo di avvicinare sempre di più i giovani alla pratica della ginnastica artistica, così da valorizzare al meglio uno sport che ha ancora molto da raccontare nonché tante emozioni da regalare.

 

ip

Ti potrebbero interessare anche:
Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore|Premium