/ Sport acquatici

Sport acquatici | 22 febbraio 2019, 20:35

Vela: prime splendide giornate a Marina degli Aregai per la Carnival Race per le classi 420 e 470

Le previsioni meteo indicano che nelle giornate conclusive di sabato e domenica, l’intensità del vento dovrebbe salire per l’arrivo di una perturbazione sul Mediterraneo.

Vela: prime splendide giornate a Marina degli Aregai per la Carnival Race per le classi 420 e 470

Si è aperta oggi la quinta edizione della Carnival Race, appuntamento ormai classico di inizio stagione per le classi 420 e 470, organizzato dallo Yacht Club Sanremo in collaborazione con lo Yacht Club Aregai e il supporto del Gruppo Cozzi Parodi.  Ottime le condizioni meteo che hanno permesso, nelle prime due giornate di disputare cinque prove, nelle acque antistanti la Marina degli Aregai di Santo Stefano al Mare. 

Sole, temperatura primaverile e un vento da ponente tra gli 8 e i 10 nodi hanno accolto giovedì il debutto delle tre flotte, 420, 420 donne e 470 per un numero record di quasi 180 team e ben 18 nazioni rappresentate. Anche nella seconda giornata, condizioni altrettanto favorevoli con vento sui 6/7 nodi nelle prime due regate, mentre nella terza prova il vento è rinfrescato fino a 15/16 nodi, rendendo le regate ancor più spettacolari. Le classifiche di oggi QUI.

Al termine del primo giorno di regate dunque le classifiche provvisorie fra i 420, con 82 barche al via, sono guidate dagli spagnoli Riquelme/Perez, seguiti dai greci Lampis/Michalopoulos e dai napoletani Federico e Riccardo Figlia di Granara, portacolori del Circolo Remo e Vela Italia. Fra le veliste di 420 le leader provvisorie sono le triestine Irene Calici e Petra Gregori, che sopravanzano di un punto le elleniche Melina Pappa e Maria Tsamopoulou, terze le tedesche Hannah Lanzinger e Franziska Steinlein a chiudere il podio provvisorio del lotto dei 46 binomi.

Nella classe olimpica 470, con 47 equipaggi maschili, femminili e misti i francesi Demange e Lepoutre guidano con tre punti di vantaggio sui turchi Denis e Ates Cinar a pari punti con i medagliati di bronzo a Rio 2016, i greci Panagiotis Mantis and Pavlos Kagialis. Quarti gli italiani Giacomo Ferrari e Giulio Calabrò, portacolori della Marina Militare.

Al loro arrivo a terra tutti gli equipaggi si sono riuniti per una spaghettata presso il Marina degli Aregai Hotel, e in attesa delle ultime sfide in mare i team internazionali parteciperanno al sempre molto apprezzato el calendario degli eventi sociali e collaterali,  in particolare all’appuntamento di sabato sera con il disco party per tutti i partecipanti, come tradizione della Carnival Race.

Le previsioni meteo indicano che nelle giornate conclusive di sabato e domenica, l’intensità del vento dovrebbe salire per l’arrivo di una perturbazione sul Mediterraneo.

Ti potrebbero interessare anche:

Загрузка...
Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore|Premium