/ Altri sport

Che tempo fa

Cerca nel web

Altri sport | 15 marzo 2019, 13:00

NBA: i Cleveland Cavaliers ospitano i Detroit Pistons alla Quicken Loans Arena

Mancano 14 partite al termine della regular season di NBA. La lega di basket più celebre al mondo si prepara a entrare nel vivo con il rush finale per le squadre che ambiscono ad accedere ai play-off

NBA: i Cleveland Cavaliers ospitano i Detroit Pistons alla Quicken Loans Arena

Mancano 14 partite al termine della regular season di NBA. La lega di basket più celebre al mondo si prepara a entrare nel vivo con il rush finale per le squadre che ambiscono ad accedere ai play-off (ad eccetto di Milwaukee Bucks e Toronto Raptors, già certi della loro presenza). A metà aprile si conosceranno i nomi delle 16 franchigie che si contenderanno l’accesso alle NBA Finals e quindi la possibilità di laurearsi campione NBA del 2019.

Le quote per la sfida tra Cleveland Cavaliers e Golden State Warriors del 19 marzo 2019 ancora non sono disponibili ma visitando la sezione dedicata su Eurobet.it si possono consultare tutte le altre scommesse nba disponibili. A giugno dell'anno scorso, come nelle precedenti tre edizioni delle NBA Finals, il duello per la vittoria dell’anello NBA ha riguardato Cleveland Cavaliers e Golden State Warriors. I sogni di ripetere la vittoria del 2016 per Cleveland e LeBron si sono infranti contro lo strapotere di Curry, Durant e compagni. Golden State ha chiuso immediatamente i giochi con 4 vittorie festeggiando il terzo titolo negli ultimi 4 anni (il sesto nella storia della franchigia).

Dopo la cocente delusione delle Finals, i Cleveland Cavaliers hanno dovuto fare i conti anche con l'addio di “King James” che ha deciso di cambiare aria. Diventato un free agent LeBron ha accettato la ricca proposta dei Los Angeles Lakers, accasandosi nella "Città degli Angeli". Un trasferimento che ha suscitato più di qualche perplessità date le scarse prospettive di approdare ai playoff per i Lakers. Il secondo addio ai Cavaliers del campione nato ad Akron nel 1984 è coinciso inevitabilmente con il declino sportivo di Cleveland.

Orfani di LeBron James, i Cavaliers hanno faticato dannatamente per trovare una solida identità di squadra. A metà marzo lo score dei Cavs è di 17 partite vinte e 51 sconfitte. Risultati che chiaramente hanno messo fine anzitempo a qualsiasi speranza di partecipare ai playoff: nella Eastern Conference i Cleveland Cavaliers occupano il 14° posto mentre nella Central Division sono ultimi. Per la squadra di Larry Drew, diventato head coach a seguito del licenziamento di Tyronn Lue dopo 6 sconfitte consecutive a inizio stagione, è un’annata da dimenticare e il rischio di chiudere la regular season con il record negativo di meno di 20 vittorie è molto concreto.

Con questi numeri i Pistons non sono certo i favoriti per aspirare a recitare un ruolo da protagonista nella lotta per il titolo (i bookmakers li quotano a 101,00 per la vittoria dell’anello NBA), tuttavia, mantenendo questa media potrebbero aspirare abbastanza concretamente a qualificarsi ai play-off. Con queste premesse provare a vincere per i Cavs potrebbe non essere per nulla semplice quando alla Quickens Loans Arena di Cleveland, il 19 marzo arriveranno i Detroit Pistons.

La squadra allenata da coach Dwayne Casey è momentaneamente settima nella Eastern Conference e in terza posizione nella Central Division. Lo score stagionale della franchigia della Motown (nome con cui è conosciuta Detroit per il glorioso passato industriale nel comparto automobilistico della città del Michigan) di è di 34 partite vinte e 33 sconfitte.

ip

Ti potrebbero interessare anche:
Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore|Premium