/ Calcio

Che tempo fa

Cerca nel web

Calcio | 25 marzo 2019, 18:19

Calcio, Prima Categoria. Camporosso, Lorenzo Messineo guarda avanti: "Sbagliato partita ma ripartiremo. Il Don Bosco Valle Intemelia? Nessun rancore"

L'esperto giocatore rossoblù volta pagina dopo lo stop sul campo dell'Altarese

Lorenzo Messineo, esperto giocatore del Camporosso

Lorenzo Messineo, esperto giocatore del Camporosso

Il Camporosso, dopo una domenica storta, prova a voltare pagina e reagire. Lo stop sul campo dell'Altarese è stato indolore, visto che la capolista Veloce Savona ha pareggiato e ha allungato di poco il proprio vantaggio.

Messineo, un grande guerriero. In casa rossoblù analizza a Rivierasport.it la sconfitta in terra valbormidese Lorenzo Messineo, ma allo stesso tempo il giocatore guarda avanti proprio al sentito derby interno contro il Don Bosco Valle Intemelia, sua ex squadra.

 

Lorenzo Messineo, facciamo un passo indietro e alla sconfitta contro l'Altarese: cosa non ha funzionato? "Ad altare è successo che abbiamo perso la prima partita fuori casa della stagione e non ne facciamo un dramma. Perdere non è mai piacevole, però se ci avessero detto all'inizio dell'anno che avremmo perso la prima partita fuori casa il 24 di marzo ci avremmo messo la firma. Ci tengo a precisare che è la prima vera partita sbagliata della stagione, quindi non posso fare altro che fare i complimenti ai miei compagni e di essere orgoglioso di farne parte".

Da dove dovrete ripartire? "Da martedì, allenandoci come sempre per preparare al meglio la prossima partita". 

Ad una settimana dal sentito derby contro il Don Bosco Valle Intemelia, tua ex squadra, ci sveli il motivo del tuo addio? "Ho lasciato il Don Bosco Valle Intemelia per vari motivi, ma quello principale è stato quello della voglia di tornare nel mio paese, Camporosso. A 37 anni avendo fatto tante esperienze in giro ho ritenuto giusto chiudere il cerchio tornando da dove sono partito e dove ho lasciato il cuore, senza togliere niente a nessuno ma al cuor non si comanda: avevo lasciato delle cose che dovevo assolutamente riprendermi perché fanno parte di me".

Quindi nessun rammarico di aver lasciato i biancorossi? "Con il Don Bosco Valle Intemelia nessun rancore, ma ho amici che sarà un piacere ritrovare. Spero sia una bella partita e una giornata di sport dove vinca il migliore".

Come giudichi la tua stagione? "Non sono io a dover giudicare la mia stagione, anche perché sono sempre molto autocritico con me stesso. Penso che uno possa e debba fare sempre di più, lascio giudicarmi a chi deve farlo. Più che parlare di me voglio parlare di noi come squadra, un gruppo fantastico, straordinario, come pochi visti in tanti anni che ho giocato. Siamo amici  che lottano l'uno per l'altro ed è questa la nostra forza. Se poi siamo a quattro giornate dalla fine a giocarci un campionato è sopratutto grazie a tutti senza che nessuno prevalga sull'altro. Ci sentiamo tutti importanti, da chi gioca di più a chi gioca di meno a prescindere di come finirà questo campionato"

E con il Camporosso è in piena lotta per il grande salto in Promozione... "Concludo ringraziando tutti indistintamente dai miei compagni di squadra che mi hanno riaccolto come se non fossi mai andato via, dal mister al Direttore Sportivo fino al guardiano. Ora speriamo che questa favola possa concludersi nel migliore dei modi, ma se così non fosse saremo tutti consapevoli di aver fatto qualcosa di straordinario e che ci deve rendere orgogliosi".

Riccardo Aprosio

Ti potrebbero interessare anche:
Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore|Premium