/ Calcio

Calcio | 17 maggio 2019, 11:50

Calcio. Christian Maiano spezza il silenzio e saluta la panchina del Taggia: "Gli obiettivi iniziali prefissati a giugno sono stati raggiunti. Ringrazio la società per l'opportunità"

L'ex allenatore dei giallorossi interviene dopo la separazione

Christian Maiano, ex allenatore del Taggia

Christian Maiano, ex allenatore del Taggia

Dopo la separazione dal Taggia arrivano a Rivierasport.it le dichiarazioni di mister Christian Maiano che parla per la prima volta dalla divisione dal club giallorosso:

"Dopo un anno intenso e, per alcuni aspetti, travagliato è giunta la fine di questo rapporto tra me e il Taggia.

La società era interessata a nuove soluzioni e io ho rispettato le loro visioni e decisioni. Come ho già convenuto nella chiacchierata col Presidente Ghu, gli obiettivi iniziali che ci si era prefissi a giugno scorso sono stati raggiunti tutti ampiamente. Si parlava di campionato tranquillo, di ricreare uno spirito Taggia e un attaccamento alla maglia, di dare fiducia ai giovani, di dare fiducia a giocatori che da categorie minori e da periodi di inattività venivano a giocare in promozione, di recuperare giocatori che già erano in rosa nel Taggia che negli ultimi anni avevano giocato poco.

Poi c’è stato l’innesto di due giocatori ed “è stato pensato” che si potesse fare di più e così abbiamo cercato di fare. Ed è andata bene per tre quarti della stagione. Purtroppo nell'ultimo periodo troppi infortuni e squalifiche di giocatori e ruoli determinanti ci hanno limitato.

Vorrei ringraziare la società Taggia per l’opportunità che mi ha dato di allenare in promozione, gli devo questa esperienza che mi ha arricchito e mi ha fatto conoscere al di fuori dell’ambito del calcio giovanile. Ringrazio la parte di dirigenza che mi ha sostenuto dal primo all'ultimo giorno perché mi ha dato tanta forza. Ringrazio la parte critica perché superare le difficoltà e le ostilità mi ha fatto crescere, soprattutto come uomo.

Voglio spendere delle parole per il mio staff: mi hanno supportato in questo lavoro e hanno dato un contributo importante durante tutto l’arco della stagione. Sono stati elementi preziosi.

E, infine, voglio ringraziare i miei fantastici giocatori: li ho visti lottare, sudare, credere nel lavoro. Mi hanno dato tantissimo, calcisticamente ed umanamente. Voglio ringraziarli ad uno ad uno, sia quelli che conoscevo da prima sia quelli che ho conosciuto quest’anno.

A tutti faccio un augurio sincero per il proprio futuro".

Riccardo Aprosio

Ti potrebbero interessare anche:
Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore|Premium