/ Altri sport

Altri sport | 21 maggio 2019, 11:30

Pallamano Ventimiglia-Imperia 42-32: riviviamo tutte le emozioni di un derby spettacolare (FOTO)

I frontalieri di coach Pippo Malatino superano i cugini nella sfida del PalaRoja di Roverino

Pallamano Ventimiglia-Imperia 42-32: riviviamo tutte le emozioni di un derby spettacolare (FOTO)

PALLAMANO VENTIMIGLIA-IMPERIA 42-32

Chi ha assistito all'incontro di sabato scorso al Palaroya di Roverino, conserverà per sempre l’immagine di una serata ricca di  passione, giocato tra due bellissime squadre che hanno onorato la pallamano italiana, in un confronto giocato senza risparmio di energie e con la determinazione che fa di uno sport  una espressione di spettacolo allo stato puro.

Alla presenza di numerosi spettatori,  equamente divisi a sostenere i propri beniamini,  le due squadre sono scese in campo dopo aver ascoltato con emozione l'esecuzione dell’inno nazionale, che è servito da valore aggiunto alla prestazione delle due squadre, giudicate le migliori del campionato.

Il primo tempo era giocato a ritmi elevatissimi, dove il punteggio era sempre in bilico. Le giocate di Benini, Lina, Campuzano e del capitano D’Attis da una parte, venivano puntualmente rintuzzate da quelle di  Luppino, Cucé, Tambone e Lurgio.

Il pubblico apprezzava lo spettacolo e l’atmosfera del Palaroya era davverpo magica. I ventimigliesi andavano al riposo in vantaggio di due reti (20-18),  ma con l’impressione che l’incontro era ancora tutto da giocare.

Nella ripresa la Pallamano Ventimiglia, accellerava decisamente e soprattutto stringeva a dovere le maglie della difesa, dove Bollo e soprattutto il portiere Coccoluto erano protagonisti di interventi da veri campioni.

La partita giravava verso i frontalieri che si staccavano decisamente ed alla fine il risultato finale era di 42 a 32 dove si segnalavano  le  prestazioni di Benini che giocava la sua migliore partita stagionale, realizzando alla fine 11 reti e risultando il miglior marcatore dell’inconro, del solito  Lina ormai cannoniere irragiungibile del campionato, di D’Attis con 9 reti e di Campuzano con 8 realizzazioni.

Nelle fila Imperiesi, si distinguevano Cucè con 8 reti, Lurgio e Luppino con 7 reti e Tambone con 5 gol.

Alla fine della gara queste le osservazioni di Pippo Malatino: "E’ stata una partita eccezionale giocata benissimo dalle due squadre che hanno veramente onorato la pallamano italiana in Francia ed hanno espresso giocate e spettacolo di alta fattura. Alla fine credo che la differenza l’abbia fatta la nostra capacità di giocare partite ad alto livello e questa che abbiamo giocato lo è stata ed il merito va anche ai nostri validissimi rivali.

Le esperienze passate in A2 l’anno scorso, hanno temprato i nostri ragazzi, oggi possiamo dire di avere un gruppo solido e di grandi prospettive future.  Al San Camillo Imperia,  a cui ci lega una sincera amicizia, facciamo tutti i nostri più sentiti  complimenti;  hanno giocato un incontro fantastico e senza alcun complesso, dimostrando veramente di essere una grande squadra. Adesso ci resta l’ultimo incontro contro il Carros; il nostro obbiettivo è quello di finire imbattuti e di segnare un record storico che non potrà mai essere battuto, ma al limite eguagliato".

Riviviamo tutto con una galleria di scatti del match.

Riccardo Aprosio

Ti potrebbero interessare anche:
Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore|Premium