/ Altri sport

Altri sport | 22 maggio 2019, 06:00

Nick Kyrgios, spettacolo da dimenticare all’Open di Roma

La situazione si è surriscaldata velocemente sul campo durante il match fra Kyrgios e il norvegese Casper Ruud nel secondo round del Master di Roma.

Nick Kyrgios, spettacolo da dimenticare all’Open di Roma

L'Open d'Italia torna a far notizia non solo per la qualità del tennis giocato ma anche per l'ultima scenata del tennista australiano Nick Kyrgios.

La situazione si è surriscaldata velocemente sul campo durante il match fra Kyrgios e il norvegese Casper Ruud nel secondo round del Master di Roma.

Il ventiquattrenne australiano è famoso nel mondo per i suoi comportamenti spesso alquanto discutibili tra cui rompere le racchette sbattendole sul terreno o lanciandole in giro per il campo, urlare insulti e oscenità ad arbitri, giocatori avversari e spettatori. Queste debacle gli sono sempre costate caro e la performance di giovedì non fa eccezione.

I suoi show sul campo sono iniziati nel 2014 e 2015 tra gli Open americani e australiani in cui si è ritrovato più volte a spaccare racchette sul campo e venire multato per comportamenti inappropriati e linguaggio osceno.

Sempre nel 2015, a Wimbledon, l'australiano fu accusato per la prima volta di "tanking", ovvero di perdere di proposito giocando molto al di sotto delle sue capacità.

Negli anni successivi Nick Kyrgios viene multato più volte per insulti ad arbitri, spettatori ed altri tennisti. Nel 2017 il tennista ha ammesso di aver perso di proposito almeno 8 tornei perché a volte preferirebbe fare altro invece che giocare a tennis. Kyrgios ha anche parlato di come il tennis non sia il suo sport preferito ma la sua vera passione sia il basket e detto senza mezzi termine che non si ritiene per nulla dedicato al gioco e non sia un giocatore che si allena ogni giorno per raggiungere un livello più elevato.

Tornando a giovedì scorso a Roma, l'australiano ha rotto la propria racchetta dopo aver ricevuto una penalità per comportamento antisportivo ed aver perso un game decidendo così di abbandonare completamente il match, regalando la vittoria a Rudd. La sua uscita non è però silenziosa ma divisa tra le imprecazioni di Kyrgios contro gli spettatori e i successivi fischi per il suo comportamento.

Questa ultima scenata arriva solamente una settimana dopo l'intervista fornita al podcast No Challenges Remaining in cui Nick, come siamo ormai soliti aspettarci, non si è trattenuto e ha spiegato chiaramente cosa pensa del tennis e dei suoi colleghi sul campo. Riportiamo di seguito alcune delle affermazioni più colorite trascritte dall'intervista.

Kyrgios ha iniziato accusando Djokovic di voler essere come Federer e di essere disgustato dal suo modo di celebrare le vittorie mandando baci al pubblico.

Dopo di che l'australiano è passato a parlare di Nadal, notando come lo spagnolo sia sempre rispettoso di tutti i tennisti che lo battono tranne quando si tratta di Kyrgios. Nadal ha parlato più volte del fatto che consideri Kyrgios irrispettoso del gioco, dei fan e degli altri giocatori.

E per finire in bellezza, parlando di Fernardo Verdasco, ha affermato: "è la persona più arrogante che conosco, si crede di essere un dono di Dio!".

Nick Kyrgios non sarà sicuramente il giocatore con il maggior numero di fan nel mondo ma, nonostante tutto, rimane molto amato in Australia e per alcuni uno spettacolo nello spettacolo da seguire o su cui effettuare scommesse in live su quando avverrà la prossima scenata.

 

ip

Ti potrebbero interessare anche:

Загрузка...
Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore|Premium