/ Pallanuoto

Che tempo fa

Cerca nel web

Pallanuoto | 11 giugno 2019, 11:30

Pallanuoto maschile. Rari Nantes Imperia, coach Stefano Fratoni traccia il bilancio stagionale: "Obiettivo raggiunto, abbiamo costruito tanto" (VIDEO)

La video intervista postata sulla Pagina Facebook Ufficiale del club giallorosso

Stefano Fratoni, coach della Rari Nantes Imperia maschile

Stefano Fratoni, coach della Rari Nantes Imperia maschile

Dal ritorno ad Imperia, alla sudata salvezza. Dal gol di Riccardo Gandini, alla partita casalinga contro Dinamica Torino. Il Mister della Rari NantesStefano Fratoni, racconta tutto nell'intervista di fine anno. E intanto scorrono le note dei Ramones a fare da colonna sonora della stagione. 

Rari Nantes Imperia maschile: il bilancio di coach Fratoni

Il tecnico è un grande appassionato di musica e sceglie un pezzo inglese, da accompagnamento al film del campionato: "Metterei 'Gonzo goes to Bitburg' dei Ramones perchè il sottotitolo, più o meno, dice:"Il mio cervello funziona al contrario" e, in effetti, siamo stati le schegge impazzite del girone".

Dopo tre anni lontano da casa, Fratoni è tornato nella sua Imperia: "Abbiamo costruito tanto e sono stato molto bene a Belluno. Ma mi mancava sempre un pezzo: mia figlia, la famiglia ed anche la piscina. Dove sono entrato per imparare a nuotare a 4 anni e non ne sono più uscito."

La Rari maschile ha centrato l'obiettivo salvezza, fissato ad inizio anno. Sei soddisfatto? "Siamo rimasti in B senza passare per i patimenti dei playout, come la società ci aveva chiesto. Personalmente non sono soddisfatto del tutto perchè avrei voluto che i giovani crescessero di più, con maggiore costanza e tempo dedicato all' allenamento."

E' stata una stagione ricca di emozioni, Mister Fratoni racconta: "La mia partita preferita è stata la vittoria casalinga contro Dinamica Torino: i ragazzi hanno lottato ed ottenuto il risultato. E quando vedo i miei metterci il cuore, sono il primo ad esaltarsi. Porto tanti momenti con me ma il gol di Gandini contro Arenzano è il mio preferito. Pur avendo iniziato da poco e con uno scarso minutaggio, ha fatto una partita da vero centroboa e inoltre ha segnato in controfuga, cosa rarissima per lui. Ecco ho visto la gioia nei suoi occhi anche a distanza di settimane"

Hai qualche ambizione per il futuro? "Voglio continuare a vivere qua, nella terra dove sono nato, possibilmente continuando a fare il lavoro che mi piace e mi appassiona. Un sogno? Arrivare in A1 con la Rari, portando in Nazionale otto giocatori di Imperia."

Redazione

Ti potrebbero interessare anche:
Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore|Premium