/ Calcio

Calcio | 24 agosto 2019, 12:19

Calcio, Coppa Italia Eccellenza. Ospedaletti, Matteo Galiera aspetta l'Imperia e non guarda al passato: "I neroazzurri sono una squadra forte, ma stiamo lavorando bene"

L'attaccante è uno dei volti nuovi in casa orange e domenica sera si prepara al debutto nella competizione di categoria. E sul suo passato in granata: "Il Ventimiglia? Sarò sempre grato alla società"

Matteo Galiera, attaccante da questa stagione all'Ospedaletti

Matteo Galiera, attaccante da questa stagione all'Ospedaletti

Conto alla rovescia in casa Ospedaletti per l'esordio nella Coppa Italia Eccellenza tra le mura amiche del campo 'Ozenda' contro l'Imperia.

Gli orange di mister Caverzan hanno realizzato in questo pre stagione due amichevoli, dove sono risultate cose da rivedere (dopo la sconfitta per 3-4 con la Dianese&Golfo) e confortanti miglioramenti (nella larga vittoria col Camporosso). A Rivierasport.it l'attaccante Matteo Galiera è pronto per l'inizio di un'annata importante anche a livello personale, dopo le stagioni al Ventimiglia.

 

Matteo, quali sono le tue impressioni con l'Ospedaletti dopo le prime settimane di lavoro? "Sicuramente sono impressioni positive, stiamo lavorando tanto e bene. C’è sintonia tra il gruppo che arriva dal Ventimiglia di mister Andrea Caverzan e quello dell’Ospedaletti. Nelle prime amichevoli non è mai semplice scendere in campo, ma tutti i ragazzi si stanno mettendo a disposizione del mister e, anche se giochiamo insieme da poco tempo, c’è già grande sintonia il che non è mai semplice quando arriva un nuovo allenatore".

Domenica il primo impegno ufficiale della stagione con l'Imperia: che avversario vi aspettate? "Sappiamo che non sarà facile, ma noi stiamo lavorando e crescendo in allenamento. L'Imperia è una squadra forte che punta a grandi obiettivi, ma stiamo lavorando bene e quindi sono fiducioso".

A livello personale quale obiettivo ti sei fissato per questa stagione? "Non voglio dire che l’obiettivo personale sia in secondo piano, ma spero che le cose vadano bene per la squadra e che si possa fare un buon campionato anche divertendoci, come ci chiede sempre il mister. Voglio fare bene con l'Ospedaletti perché è una realtà importante, anche se siamo nei dilettanti la società non ci sta facendo mancare nulla".

Arrivi dall'esperienza al Ventimiglia: cosa ti ha lasciato la avventura in granata? "Purtroppo la mia esperienza al Ventimiglia si è chiusa negativamente con la retrocessione, ma sono grato a loro perché mi hanno fatto crescere sia sul piano calcistico che su quello umano anche dandomi la possibilità di andare a giocare altrove per poi riaccogliermi in prima squadra. Al Ventimiglia lascio amici che sento e frequento anche fuori dal campo. La maglia granata mi ha dato tanto e faccio un in bocca al lupo a loro per la prossima stagione. Ora la vita va avanti e sono concentrato per fare grandi cose con l’Ospedaletti".

Riccardo Aprosio

Ti potrebbero interessare anche:

Загрузка...
Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore|Premium