/ Calcio

Calcio | 11 novembre 2019, 16:00

Calcio, Eccellenza. Imperia sempre più capolista, ecco la creatura del condottiero Alessandro Lupo: "Stiamo dando tutti il 300%"

Intervista al tecnico neroazzurro dopo le 8 vittorie in 9 partite. Ma l'Albenga non molla

Alessandro Lupo, prima stagione all'Imperia: in campionato su 9 partite i neroazzurri hanno collezionato 8 vittorie e 1 sconfitta

Alessandro Lupo, prima stagione all'Imperia: in campionato su 9 partite i neroazzurri hanno collezionato 8 vittorie e 1 sconfitta

Tutta una città sogna, tutta una città comincia a crederci, tutta una città porta in trionfo i propri beniamini.

Il grande sogno. Non svegliate l'Imperia da quello che sta vivendo, una cavalcata incredibile per arrivare a quella tanto desiderata Serie D che come quest'anno può essere raggiunta, anche se alla fine mancano ancora 21 tappe. I più scettici faranno gli scongiuri ma i numeri sono dalla parte della società e di un allenatore, quale è Alessandro Lupo, preparato e capace di guidare un gruppo importante: noi lo abbiamo raggiunto dopo l'ottava vittoria realizzata dalla sua squadra in nove match.

Mister Lupo, vi sentite una realtà visti i numeri che dicono 24 punti e 8 vittorie su 9? "Non ci sentiamo assolutamente una realtà, perchè ho sempre detto che siamo una buona squadra che sta sicuramente facendo un lavoro pazzesco. Io, il mio staff, i giocatori e chi abbiamo vicino sta dando il 300%. Ma nello stesso momento penso che ci siano squadre più attrezzate della nostra, anche se in questo momento stiamo ottenendo risultati giusti perchè stiamo andando veramente al massimo".

La tua squadra deve migliorare un po' la gestione dei match: sei d'accordo? "Come indole e fisionomia di squadra non possiamo permetterci di gestire, in quanto abbiamo un gioco molto offensivo fattore dimostrato dai 25 goal realizzati in campionato più i 9 di Coppa Italia. Abbiamo giocatori offensivi sia davanti che in mezzo al campo, un play come Sancinito che ha giocate importanti e i terzini che spingono sempre molto: dobbiamo sempre fare più goal possibili per portare a casa il risultato".

Inutile nascondervi: cosa vorrebbe dire arrivare in D per Lupo su questa panchina? "Sono tornato a Imperia perchè avevo qualcosa da farmi perdonare. Voglio dimostrare a città e tifosi che è quello che stato tanti anni fa è passato, visto che c'era stata una gestione completamente sbagliata. Sono consapevole che è un anno dove sarà difficilissimo salire in Serie D, tranne che si voglia fare qualche sforzo economico in più: ma al momento lavorerò con questo grande gruppo di calciatori che ho a disposizione".

Domenica il Busalla: quanto può essere scivolosa questa partita? "Il Busalla non è una partita scivolosa. I genovesi dal centrocampo in su credo che sia una delle squadre più forti del campionato. Lo dicono numeri, giocatori e l'ingaggio dell'ex professionista Moretti. E' uno scontro al vertice importante, una squadra simile in certi versi alla nostra e dovremo andare veloci sperando che ci sia uno stadio domenica pieno".

Vorrei chiudere con una considerazione particolare: Sanremese prima in Serie D, Imperia prima in Eccellenza, Taggia primo in Promozione: qualcosa sta cambiando in positivo nella nostra provincia calcistica? "Sono contento per il Taggia e del mio amico Siciliano e non sono sorpreso dalla Sanremese visto che a mio parere sono la squadra più forte in Serie D. Noi in questo momento stiamo facendo il massimo. Non so se sta cambiando qualcosa, ma ci si augura che per tutti resti così da qua alla fine". 

Riccardo Aprosio

Ti potrebbero interessare anche:

Загрузка...
Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore|Premium