/ Calcio

Calcio | 16 novembre 2019, 11:00

Calcio, Promozione. Magic moment Taggia. Antonio Tomeo promuove i giallorossi: "La squadra si rispecchia nel suo allenatore. Società importante sia a livello provinciale che regionale"

Il grande e quotato ex attaccante regala una valutazione sul periodo d'oro della compagine di mister Siciliano

Grande momento in casa Taggia

Grande momento in casa Taggia

Il Taggia sta vivendo un grande momento ed è la squadra copertina della nostra provincia, alla pari di Sanremese e Imperia che sono in testa in Serie D e Eccellenza.

Domenica pomeriggio i giallorossi ospitano la Loanesi, ma alla vigilia ci soffermiamo sul periodo d'oro per Miceli e compagni: ad analizzarlo al nostro quotidiano online è Antonio Tomeo, ex attaccante professionista.

Antonio, analizziamo insieme a te questo grande momento del Taggia, una delle squadre del momento in zona: te lo aspettavi l'avvio sprint dei giallorossi? "Sono una società che conosce bene la categoria e hanno puntato su un allenatore emergente. Mi aspettavo che facessero un campionato buono ma non a questi livelli: complimenti". 

I numeri sono dalla parte di Siciliano: i giallorossi possono ambire al salto in Eccellenza o è troppo presto? "I numeri sono dalla parte di Siciliano, in questo momento il Taggia è una squadra che si rispecchia nel suo allenatore. La società è una dirigenza molto importante nel panorama calcistico, non solo provinciale ma anche a livello regionale. Dopo la Sanremese il Taggia ha forze economiche importanti, sono partiti bene e i numeri ad oggi li premiano".

Ti aspettavi l'exploit di Siciliano come allenatore? "Sì, me lo aspettavo. L'anno scorso è retrocesso con la Sanstevese, aveva un gruppo che aveva fatto molto bene in Prima Categoria, realizzando qualcosa di importanto arrivando al playout. Simone è stato un giocatore importante, quest'anno in Promozione sta facendo molto bene. E' un tecnico che non molla mai, un vincente e la squadra si sta rispecchiando in lui".

Questo Taggia ad oggi ha secondo te punti deboli? "Il punto di forza del Taggia è la difesa. Fiuzzi e Minghinelli sono giocatori importanti, così come Ravoncoli. Travella e El Kamli stanno andando molto bene, con grande fame e gamba e il centrocampo è buono. Un punto debole? Forse manca un attaccante che può garantire quei 15 goal decisivi da qua a maggio".

Secondo te dove può essere migliorata questa squadra sul mercato a dicembre? "A dicembre chi si rinforza maggiormente ha grandi possibilità di vincere, e sarà un mercato strano. Secondo me a questa squadra serve un giocatore solo, un attaccante che possa garantire quei 15 goal da qua a maggio, nonostante abbiano giocatori molto bravi come Gambacorta e Celotto. Il Taggia è la candidata alla vittoria finale".

In conclusione Tomeo fa una considerazione personale: "Sarebbe bello che lo 'Sclavi' venga utilizzato dalle due squadre della città, Taggia e Atletico Argentina, visto che è un campo importante".

Redazione

Ti potrebbero interessare anche:

Загрузка...
Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore|Premium