/ Altri sport

Altri sport | 18 novembre 2019, 14:45

Balun in Ciassa: il ritorno del torneo di Pallapugno nella Piazza di San Lorenzo al Mare

Vince Mariano Papone nella final contro Giovanni Ascheri

Balun in Ciassa: il ritorno del torneo di Pallapugno nella Piazza di San Lorenzo al Mare

La prima edizione del torneo di Pallapugno "Balun in ta ciassa" intitolato al ricordo di Renato Marvaldi e Samuele Papone si è conclusa poco dopo le 15.30 di una tiepida domenica di Novembre. A corpi de canae,di spighi in un rattaiò di emozioni spicca il talento di Mariano Papone,il giocatore sfruttando anche il fattore casalingo,sembra,vento a parte, non conoscere la carta d' entità.

Il grande ritorno del balun nella piazzetta di San Lorenzo al mare assente da più di un decennio è stato accolto con grande entusiasmo dagli appassionati di cuoio e bende,gioco più rappresentativo di questa arida e sensibile terra.

Tradizione-sport-arte e cultura in una piazza che nella sua ristrutturazione ha voluto mantenere i segni indelebili del gioco nella pavimentazione quasi come a lasciare un filo tra le epoche,un abbraccio di consegna sociale tra le generazioni,pagine di piccole storie si intrecciano, basti pensare che in quella piazza ci giocavano anche i nostri vecchi e ci giocheranno se saremo bravi noi a mantenere le tradizioni anche i nostri figli.

Ieri si è respirato ed onorato il tempo, ho pensato che molti di noi da giovani furono grandi battitori per poi finire a sopportati terzini quando la forza,le gambe e la mente invecchiate con estrema velocità non risultino più all' altezza; le foto di anni fa con capelli ancora tutti neri e qualche ruga in meno suscitavano ricordi che vanno oltre al solo concetto sportivo della vittoria.

Tornando allo sport volutamente in secondo piano, sabato e domenica scorsa le prime partite dei due gironi di gioco,da Andora a Taggia,fino a Torre Paponi Pietrabruna San Lorenzo al mare e Lingueglietta,tutti in gioco in partite a tempo,la pioggia sembra togliersi giusto quando si deve giocare per forza quasi come se volesse rimarcare la propria autorità mantenendo il rispetto per una tradizione che ritorna,il tempo osserva le squadre alternarsi in campo,la squadra di Alessandro Re vince tutte le partite del girone,la sua battuta sale veloce tocca contro il muro e spesso fa il quindici diretto,le altre squadre fanno fatica,nella prima giornata anche Voglino,un ragazzo che qualcuno avrà già sentito in contesti ben più prestigiosi rende cara la pelle e si aggiudica il pass per la fase finale con un gioco fatto di estrema precisione.

Passano il turno anche la squadra di Tommaso e Stalla con Ghigliazza e Daniele Papone sulla linea dei terzini,Giovanni Ascheri sembra eliminato ma grazie anche alla presenza complice un infortunio del mitico intramontabile "Ensuccio" guadagna l' accesso alle semifinali vincendo tre partite di fila. Sempre il duo Ascheri-Asdente dopo aver vinto contro Seno-Molli in un tirato quarto di finale vincono la semifinale al cardiopalma,infatti la partita contro Re in semifinale viene decisa dalla caccia diabolica secca,Re sceglie il ricaccio,Ascheri fa salire un pallone veloce che picchia di salto nel muro così che Re riesce solo a toccarla.

Nell'altra semifinale Mariano complice anche l' assenza per malanno di stagione di Guasco concede solo un gioco agli avversari,voglio comunque fare i complimenti a Stalla ragazzo giovane che alla prima volta nella nostra piazza centra la semifinale. Così è fatta la finale,fischia l' arbitro Claudio Semeria ormai San Lorenzino acquisito,per sedare eventuali rattelle l'organizzazione si tutela con un arbitro dal palmares competitivo,purtroppo però poca partita e pochissima occasione di folclore ,di lì a poco sale in cattedra il duo Papone,Mariano spinge forte in battuta ed è precisissimo al ricaccio mentre Mauretto Cane e Dalocchio sbagliano poco,Ascheri con Asdente(campione in carica) Lazzarino ed Ensuccio non riescono ad entrare mai in partita,complice forse anche le troppe partite giocate e in poco più di mezzora un 7-1 senza pietà non gli lascia scampo.


Si ringraziano anche le squadre che non hanno raggiunto la fase finale: Di Curzio con la sua squadra della San Leonardo-Pietrabruna,Ranoisio con la squadra storica Valcalda,Garibaldi,Somà orfano però del giocatore che avrebbe fatto perdere anche Mariano,Ciossa e gli amici di Valloria e Anciuetta con la squadra di Pontedassio.
Momento toccante nella premiazione quando le famiglie Papone-Cichero decidono di fare una targa in memoria della scomparsa prematura di Samuele,il tempo passa,il rispetto e il dolore restano vivi,la commozione si sente pesante nel minuto di silenzio che segue alla consegna della targa a Pier Paolo Voglino per la sua grande carriera.

Il premio di miglior battitore è andato ad Alessandro Re,mentre quello di miglior terzino a Mauretto Papone,mentre il battitore vincitore Mariano Papone oltre ai premi di squadra si è aggiudicato l' orologio simbolo della nuova edizione del torneo,premio speciale anche per la rivelazione Lorenzo Balestra detto Ensuccio/Pallino che alla soglia dei 70 anni ha tenuto testa a ragazzi molto più giovani e allenati protagonisti negli sferisteri delle massime serie.
Si ringrazia oltre alla polisportiva Valle del San Lorenzo,il comune di San Lorenzo al mare,il consigliere comunale delegato allo sport Enzo Mazzarese,il comune di Pietrabruna,Emilio,Marco, e Mariano e sopratutto Giovanni inoltre un grazie speciale ai numerosissimi sponsor senza i quali non si potrebbe fare la manifestazione.

Redazione

Ti potrebbero interessare anche:

Загрузка...
Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore|Premium