/ Calcio

Calcio | 14 dicembre 2019, 10:30

Calcio. La Juniores dell'Atletico Argentina non si vuole più fermare. Sassu: "I ragazzi hanno dimostrato voglia e impegno"

Il tecnico dei giovani rossoneri regala un commento sulla Seconda Categoria: Ma che bravi i miei ex compagni di squadra Bella e Berrica"

Paolo Sassu, allenatore dell'Atletico Argentina Juniores

Paolo Sassu, allenatore dell'Atletico Argentina Juniores

Da quando si è seduto sulla panchina rossonera qualcosa è cambiato nella Juniores dell'Atletico Argentina.

Dopo lo stop con la Villanovese il nuovo allenatore Paolo Sassu ha preso in mano il gruppo portandolo ad ottenere tre vittorie consecutive rilanciando la squadra: noi lo abbiamo intervistato e lui ci ha espresso tutta la sua soddisfazione per il buon momento.

 

Mister Sassu, come valuta queste tue prime partite nella Juniores dell'Atletico Argentina? "Intanto sono molto contento di essere tornato a lavorare con tanti dei miei ex ragazzi e di averne trovati altri nuovi molto validi e disponibili. Le prime partite sono andate molto bene, oltre ai risultati, soprattutto per la voglia e l'impegno dimostrati".

Cosa è cambiato dal suo arrivo? "Sono i ragazzi che vanno in campo, io cerco solo di aiutarli e di dargli consigli e fiducia. L'allenatore migliore, come dico spesso, è quello che fa meno danni possibile".

Dove potete arrivare? "Dobbiamo continuare a divertirci e a giocare al massimo delle nostre possibilità ogni partita".

Parliamo di prime squadre, domenica c'è Santo Stefano-Atletico Argentina: che partita si aspetta? "Ho seguito pochissimo il campionato, ma partite facili in generale non ce ne sono. L'Atletico Argentina dovrà continuare a metterci la convinzione che ha avuto fino ad oggi. Credo che il campionato sarà discorso a tre fra Atletico Argentina, Onegliese e Cervo. Complimenti ai miei ex compagni Bella e Berrica che stanno facendo molto bene alla prima esperienza in prima squadra, anche se naturalmente mi auguro che siano la mia società e mister Maiano a spuntarla alla fine".

Riccardo Aprosio

Ti potrebbero interessare anche:

Загрузка...
Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore|Premium