/ Calcio

Calcio | 15 gennaio 2020, 12:30

Calcio, Juniores Regionale 2° Livello. Veloce Savona-Ventimiglia, super sfida sabato al 'Faraggiana'. In casa granata Bevilacqua indica la strada: "Affronteremo questa partita come una finale"

Il tecnico della capolista rilascia delle dichiarazioni a tre giorni dal big-match

Diego Bevilacqua, allenatore del Ventimiglia Juniores

Diego Bevilacqua, allenatore del Ventimiglia Juniores

Ventimiglia punti 35, Veloce Savona punti 34, i migliori attacchi e le migliori difese del campionato. Il destino del calendario a volte è crudele e ha messo di fronte le due squadre che si stanno giocando con un ritmo incredibile il campionato Juniores Regionale 2° Livello proprio all'ultima giornata.

Sabato pomeriggio al 'Faraggiana' di Albissola (calcio d'inizio ore 16) frontalieri e savonesi saranno di fronte una contro l'altra per una sfida che può mettere in palio, al giro di boa, punti importanti. Il tecnico del Ventimiglia, Diego Bevilacqua, è pronto a sfidare Fabio Musso e al nostro quotidiano online ha espresso un parere sul big-match.

Mister Bevilacqua, sabato la sua squadra avrà lo scontro diretto da vertice contro la Veloce Savona: che partita si aspetta? "Mi aspetto una bella partita, la Veloce è una squadra che gioca a pallone come noi e spero ne valga lo spettacolo".

Un grande lavoro quello che state facendo con i giovani granata: "Siamo un bel gruppo costruito da settembre dove stiamo continuando il lavoro iniziato da mister Luccisano con cui c'è grande collaborazione. Molti di questi giovani sono nel giro della Prima Squadra e con qualche innesto 2002 stiamo ottenendo questi ottimi risultati. La società punta molto su questi giovani e sta a me farli rendere al meglio, cercando di portare a casa questo campionato. Non sarà facile, ogni partita è una storia a se. Dovremo affrontare la Veloce come se fosse una finale, con concentrazione e rispettando l'avversario".

Può essere una partita in parte già decisiva? "Non è una partita decisiva, visto che ci saranno ancora 15 partite e ci sarà tempo di recuperare. Portare a casa un risultato positivo ci darebbe grande fiducia nei nostri mezzi. Tutto dipende come ci arrivano i ragazzi a livello fisico, mentale e caratteriale". 

Riccardo Aprosio

Ti potrebbero interessare anche:

Загрузка...
Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore|Premium