/ Calcio

Calcio | 21 febbraio 2020, 15:30

Calcio, Promozione. Taggia, c'è il derby scivoloso con il Camporosso all'orizzonte. Mirko Ravoncoli punta al bottino pieno: "Partita fondamentale per il proseguo del nostro campionato"

L'ex Imperia è uno dei punti fermi di mister Siciliano

Mirko Ravoncoli, giocatore di spicco del Taggia

Mirko Ravoncoli, giocatore di spicco del Taggia

Il Taggia domenica pomeriggio dovrà affrontare un ostacolo molto insidioso, il Camporosso dell'ex Luci. I rossoblu sono in corsa per la salvezza e cercheranno di realizzare un clamoroso exploit, come riuscito nella prima fase di coppa proprio al 'Marzocchini'.

Ad analizzare l'insidioso derby in casa giallorossa è Mirko Ravoncoli, con l'ex Imperia è uno dei punti fermi di mister Siciliano e sta realizzando una grande stagione.

Mirko facciamo un passo indietro. Siete passato indenni dal campo della Sestrese: questo risultato quanta spinta vi può dare per il finale di stagione? "Il pareggio con la Sestrese è stato fondamentale, una trasferta difficilissima dove l'importante era non perdere e riuscire a portare a casa un risultato positivo. Così è stato, questo pareggio ci ha dato una grande carica per il proseguo del campionato. Il percorso fino alla fine è ancora lungo, saranno tutte partite difficilissime".

Domenica c'è il derby contro il Camporosso: è la partita più difficile secondo te? "La prossima partita con il Camporosso sarà fondamentale per il proseguo del campionato. Sarà una partita durissima con un avversario ostico e sarà fondamentale l'atteggiamento con cui entreremo in campo. Sicuramente i più pericolosi saranno Stamilla con Zito e bisognerà fare un'ottima partita in fase di copertura".

Ci sveli qual'è il segreto di questo Taggia? "Sicuramente il segreto di questa squadra è l'ottimo gruppo che si è formato durante la stagione. Molte volte siamo andati in svantaggio durante il campionato ma uniti siamo quasi sempre riusciti a ribaltare il risultato. Tutto merito anche del nostro mister che ha trovato il modo migliore di rapportarsi con ogni giocatore e fare si che ognuno remasse dalla stessa parte".

Riccardo Aprosio

Ti potrebbero interessare anche:

Загрузка...
Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore|Premium