/ Altri sport

Altri sport | 12 luglio 2019, 07:00

Che squadra tifano i cantanti di Sanremo?

Se, come in molti sostengono, il calcio è arte, è facile immaginare che musicisti, cantanti e artisti in generale siano affascinati da grandi gesti tecnici

Che squadra tifano i cantanti di Sanremo?

Amare la musica e la propria squadra del cuore è possibile: da Amadeus, il presentatore del festival di Sanremo numero 70 super tifoso dell’Inter, a Bugo tifoso juventino proprio come Morgan. Vediamo per che squadre tifano alcuni dei cantanti e ospiti illustri che sono saliti sul palco dell’Ariston quest'anno. Ranieri napoletano DOC, Tiziano Ferro che soddisfazione la “sua” Lazio

Sarà stata la presenza di Cristiano Ronaldo a Sanremo in occasione della terza serata della kermesse sanremese, di Diletta Leotta o ancora del presentatore Amadeus che non ha mai nascosto di essere tifosissimo dell’Inter, terza squadra secondo le scommesse sul calcio Betway in lizza per la vittoria finale a quota 5.00 al 17 febbraio, ma questo Sanremo è sembrato particolarmente legato allo sport e al calcio. Sul palco più famoso d’Italia si sono alternati tanti ospiti, ma tra questi quello che sembrerebbe trarre maggiore soddisfazione dal calcio è sicuramente Tiziano Ferro: oltre al momento particolarmente felice nella vita privata, che come ha dichiarato anche a Sanremo è stato coronato con il matrimonio nel 2019 con il suo compagno, anche la classifica di Serie A sta riservando non poche gioie al cantante. La Lazio di Immobile è infatti lanciatissima e a tutti gli effetti è la seconda squadra candidata alla vittoria dietro la Juventus. Molto meno felice sarà stato il suo compagno di duetto, il grande Massimo Ranieri, che ha interpretato “Perdere l’amore” con l’artista romano. Siamo però sicuri che il grande interprete non abbia perso l’amore per il “suo” Napoli, ma un po’ di pazienza sicuramente sì: fra l’esonero di Ancelotti e le difficoltà iniziali di Gattuso, ora lo aspetta un grande doppio match in Champions League con il Barcellona di Leo Messi, erede del suo calciatore preferito, Diego Armando Maradona. 

Masini “viola” di tifo, Bugo e Morgan d’accordo “almeno” sulla Juventus

Come sempre, gli ospiti che Amadeus ha avuto l’onere e l’onore di presentare non si limitano al campo della musica: l'Ariston ha infatti accolto quest'anno anche personaggi sportivi, presentatori e modelle. Così, ancora una volta Fiorello, appassionatissimo di tennis, ha portato “con sé” il suo grande amico Nole Djojovic, numero uno del mondo nel tennis: il campione serbo non sarà un cantante, ma gli manca solo un po’ di tempo libero per diventare un grande show-man come “Fiore”. Appassionato di calcio, Nole è tifoso del Milan, squadra che segue con continuità, una piccola delusione per i due interisti Amadeus e Fiorello. Come dimenticare poi la polemica che molto probabilmente proseguirà per mesi e mesi fra Bugo e Morgan e che ha indubbiamente dato grande risonanza ai due. In TV abbiamo visto solo la punta dell’iceberg, forse, con Morgan che ha cambiato il testo durante l’esibizione ufficiale e Bugo che di conseguenza ha lasciato il palco. Se il palco dell'Ariston li ha divisi, quanto meno su qualcosa sono d’accordo: la fede bianconera. Juventino è anche Francesco Gabbani, forse più conosciuto per il tormentone “Occidentali’s Karma” che per la canzone di Sanremo “Viceversa”. Nella lista dei 24 cantanti in gara, inoltre, troviamo dei veri e propri “ultras”, artisti che molto probabilmente cambierebbero una data del proprio tour per seguire la propria squadra: fra questi ci sono i tifosi della Fiorentina Masini e Piero Pelù, della cui fede non hanno mai fatto segreto e che si vedono con continuità sulle tribune dell’Artemio Franchi, così come è un vero appassionato dei colori giallorossi Michele Zarrillo, forse la squadra più “rappresentata” sul palco. Tifosi dichiaratamente romanisti sono infatti, oltre a Zarrillo, Tosca, Giordana Angi e Leo Gassman, che aveva addirittura dichiarato di cedere volentieri la vittoria di Sanremo, per uno scudetto della Roma. Che fede!

Se, come in molti sostengono, il calcio è arte, è facile immaginare che musicisti, cantanti e artisti in generale siano affascinati da grandi gesti tecnici e prestazioni di alto livello di sportivi e di calciatori. Le tribune degli stadi d’Italia sono spesso frequentate da cantanti che supportano le proprie squadre, così come non di rado, sono i calciatori a chiedere dei “selfie” con cantanti e musicisti. Uno dei connubi più forti esistenti fra calcio e musica è sicuramente quello fra Liam Gallagher, ex leader degli Oasis, e il Manchester City. Spesso invitato negli spogliatoi dello Stadium, il suo commento non si è fatto attendere in seguito all’esclusione per via del Fair Play finanziario dei “citizens”: il cantante inglese ha dichiarato che si faranno rispettare in tribunale e usciranno vincitori.

Richy Garino

Ti potrebbero interessare anche:

Загрузка...
Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore|Premium