/ 

| martedì 13 marzo 2018, 16:30

Calcio, Serie D. Ponsacco pronto per la super sfida con la Sanremese. Maneschi: "Faremo la nostra partita, ma sappiamo il valore dell'avversario"

Intervista al tecnico dei rossoblù a cinque giorni dal big-match del Comunale: "Non era nei programmi nostri di realizzare un campionato di vertice, ma ora che ci siamo trovati lì faremo di tutto per ottenere il massimo"

Giovanni Maneschi, allenatore del Ponsacco capolista

SERIE D - LA GRANDE SFIDA

ASPETTANDO... SANREMESE-PONSACCO

 

C'è poco da girarci intorno. Tutto il Ponsacco e una città intera crede fortemente alla possibilità di realizzare qualcosa d'importante in questa stagione e domenica prossima (stadio "Comunale", ore 15.00) i rossoblù si giocheranno una fetta di campionato sul campo della Sanremese, inseguitrice dei toscani ad una sola lunghezza.

Ponsacco alla carica - Noi di rivierasport.it abbiamo raggiunto in esclusiva il tecnico dei pisani, Giovanni Maneschi, che analizza il big-match ("partita importante e match di cartello"), guarda avanti ("contano anche le prossime partite") e spezza una freccia per i suoi tifosi ("c'è grande entusiasmo").

 

Mister Maneschi, domenica c'è l'attesissimo Sanremese-Ponsacco: cosa vi aspettate sa questo big-match? "E' una bella partita perchè si gioca contro la Sanremese, un match importante. Veniamo per fare la nostra partita e sappiamo la forza degli avversari. Sarà una partita importante, in campo ci saranno la prima e la seconda in classifica, una sfida di cartello, Noi ci veniamo forti dei punti fino ad oggi".

Siete riusciti a rimontare dei punti alla Sanremese e arrivate domenica a +1: qual'è la vostra forza? "Dall'inizio della stagione abbiamo avuto la fortuna di partire bene e questa situazione non era nei programmi nostri di realizzare un campionato di vertice, ma ora che ci siamo trovati lì faremo di tutto per ottenere il massimo. La Sanremese sta facendo un campionato importantissimo come lo stiamo facendo noi: l'ultimo periodo è stato più fortunato sui risultato per noi, al contrario del nostro inizio anno".

In caso di vittoria mettereste un bel mattone? "Non penso e non sono di questa idea, perchè mancano tante partite. Ad inizio 2018 dopo la vittoria con l'Argentina avevamo fatto solo 3 punti... Meglio vincere che perdere, a livello di risultato conta, però guardiamo anche le prossime partite".

Cosa vi ha insegnato il 2-2 dell'andata? "L'aspetto migliore che abbiamo è questo. All'andata abbiamo giocato contro una squadra forte con fortissime individualità. Conosciamo la loro società, hanno un ottimo allenatore e proveremo a fare il massimo, sapendo il valore dell'avversario".

Capitolo tifosi. A Sanremo vi seguiranno in più di 150... "Questo è il bello del calcio che ci dà soddisfazioni e piacere. Con tutti questi problemi che ci sono è bello fare parte di una partita del genere. Questa è una cosa che mi fa orgoglio, i tifosi sono molto importanti per noi ed è bello che ci seguano anche per questa partita di cartello".

Riccardo Aprosio

Ti potrebbero interessare anche:
Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore