/ Altri sport

Altri sport | 11 maggio 2020, 07:40

La Riviera Romagnola: spiagge, sport e soprattutto tanto calcio

Le spiagge della Riviera Romagnola continuano a rappresentare uno dei punti fermi del turismo italiano. Abbronzatura, relax e tanto sano divertimento

La Riviera Romagnola: spiagge, sport e soprattutto tanto calcio

Le spiagge della Riviera Romagnola continuano a rappresentare uno dei punti fermi del turismo italiano. Abbronzatura, relax e tanto sano divertimento. Non solo, la Riviera Romagnola è nota per la sua grande organizzazione di impianti sportivi estivi, tra cui tantissimi campi di beach volley, beach tennis e beach soccer. Negli ultimi anni, inoltre, starebbe avanzando a grandi falcate anche il Kite surf, una miscela totale tra aquilonismo, sci nautico, surf, wakeboard e windsurf. Da non sottovalutare anche il Freesbee Ultimate, sport composto da due squadre da cinque giocatori ciascuno, pronte a darsi battaglia su un campo da gioco lungo 78 metri e largo 26 metri, con terreno di gioco delineato da due aree di meta agli estremi dei 15 metri. Lo scopo del gioco è molto chiaro: bisogna far ricevere ad un proprio compagno il frisbee nella meta avversaria.

Detto questo, giusto sottolineare come questi sport continuino ad attirare anche tantissimi appassionati delle scommesse online, pronti a cimentarsi con giocate sul mondo del beach volley, beach soccer e beach tennis. Sport apparentemente di seconda fascia, ma sempre più diffusi nella penisola italiana.

La Riviera Romagnola e il calcio di Serie A: Sassuolo, Parma, Bologna e lo storico Cesena

Non solo calcio da spiaggia, discoteche e divertimento. La Riviera Romagnola, e l'intera l'Emilia Romagna, hanno rappresentato e rappresentato tuttora, anche il mondo del calcio italiano. Partendo da un'analisi dettagliata, analizziamo le singole squadre che hanno scritto pagine storiche del campionato italiano di Serie A.

Parma: determinata e avversario ostico per qualsiasi tipo di formazione. Gli emiliani rappresentano una colonna storica del campionato di Serie A, soprattutto per quel che riguarda gli anni '90, nei quali i ducali hanno inciso record su record, conquistando anche due Coppa Uefa nelle stagioni 1994-1995 e 1998-1999. Tra i tanti campioni passati da Parma possiamo citare i vari Crespo, Cannavaro, Buffon, Thuram, Veron e Chiesa.

Bologna: i rossoblù non hanno di certo bisogno di alcun tipo presentazione: 7 scudetti conquistati nella loro storica e gloriosa storica, arricchiti anche da 2 coppe Italia. Gli ultimi anni, come noto, sono stati decisamente complicati, ma il popolo emiliano continua a stringere i denti per cercare di mantenere salda la sua posizione in Serie A.

Sassuolo: una storia surreale e a tratti incredibile. I neroverdi, cittadina di soli 40.000 abitanti, conquistarono la Serie A ,per la prima volta ,nel 2012-2013. Un sogno accarezzato per tanti anni, poi concretizzato tra l'entusiasmo generale dei propri tifosi. Oggi il Sassuolo rappresenta una delle realtà calcistiche italiane più organizzate sotto tutti i punti di vista. Possiamo dire, senza alcun dubbio, che i neroverdi, ora come ora, rappresentano la squadra Emiliana più competitiva del campionato italiano.

Cesena: continua il percorso in Serie B della compagine bianconera dopo storici e gloriosi anni in Serie A. Il Cesena, società fondata nel lontano 1940, è retrocesso nella serie cadetta negli ultimi anni, complici alcune problematiche societarie e un rendimento sul campo decisamente al di sotto delle aspettative. Il Cesena, a conti fatti, rappresenta l'unica vera e propria squadra della Riviera Romagnola. I tifosi bianconeri si augurano di poter far ritorno in Serie A il prima possibile.

Richy Garino

Ti potrebbero interessare anche:

Загрузка...
Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore|Premium