/ Pallamano

Pallamano | 06 giugno 2020, 09:30

Pallamano Ventimiglia, Pippo Malatino analizza la situazione: "Il Beach Handball? Siamo in attesa di capire quali saranno le normative"

Intervista al coach giallonero

Pippo Malatino, coach della Pallamano Ventimiglia

Pippo Malatino, coach della Pallamano Ventimiglia

L'emergenza Coronavirus ha sconvolto lo sport nazionale e provinciale. Una di quelle attività agonistiche che aspetta con ansia le normative del prossimo 15 giugno è il Beach Handball, con la Pallamano Ventimiglia alla finestra: abbiamo intervistato Pippo Malatino che ci ha analizzato la situazione.

Qual'è la situazione attuale alla Pallamano Ventimiglia dopo questa situazione d'emergenza legata al Coronavirus? "Abbiamo cominciato a fare da un paio di settimane l'attività all'aperto, dalle categorie più piccole fino ai più grandi. Un'attività facoltativa a cui in molti hanno aderito". 

Un'attività importante per voi è il Beach Handball: siete fiduciosi nella ripartenza? "Il Beach Handball? Siamo in attesa di capire quali normative dal 15 giugno verranno emesse per l'attività di squadra. Questa però è una di quelle attività che la Federazione italiana e francese di pallamano vorrebbero riprendere con protocolli diversi secondo le fasi".

Qual'è la posizione della Pallamano Ventimiglia? "Noi della Pallamano Ventimiglia l'attività del Beach Handball vorremmo farla, ma chiaramente attenendoci a quali sono le normative istituzionali. Siamo in prima in fila e aspettiamo di poterlo fare a Ventimiglia, dove ci sono grosse aspettative come tutte le squadre delle Alpi Marittime".

Tornei e campionati potranno riprendere? "Tornei e campionati non si faranno, in giro avremo l'opportunità di partecipare a qualche competizione ma stiamo riflettendo sul da farsi. Il nostro obiettivo è quello di riprendere al più resto l'attività".

A livello personale eri pronto per un'avventura importante con la anzionale azzurra juniores impegnata nel campionato d'Europa: "Ero chiamato ad un'attività internazionale come Responsabile come componente dello staff tecnico della nazionale azzurra juniores. Al momento non ci sono novità e dovremo anche in questo caso aspettare fino a 15 giugno. Da capire se il campionato d'Europa juniores si farà nel mese di settembre o rinviato in primavera, ma sicuramente non in Italia".

Riccardo Aprosio

Ti potrebbero interessare anche:

Загрузка...
Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore|Premium